×

Codice della strada: ecco le novità

Condividi su Facebook

Tante le novità del codice della strada, in fase di approvazione tra le polemiche degli esperti, per alcuni emendamenti assai discutibili. Ecco nel dettaglio:

  • Guida in stato di ebbrezza. Il cosidetto «emendamento del grappino», voluto da Gianpaolo Vallardi, il senatore della Lega autore del disegno di legge che legalizza anche la grappa fai da te. La norma riguarda chi si è visto sospendere la patente per un’infrazione che non ha provocato incidenti. Ora chi si è visto ritirare la patente protrà chiedere al prefetto della propria città una deroga per guidare massimo tre ore al giorno«qualora risulti impossibile o estremamente gravoso raggiungere il posto di lavoro con mezzi pubblici e comunque non propri». Un permesso speciale solo per andare al lavoro e poi tornare a casa.

    . Niente 150 in autostrada, dunque, niente divieto di fumo per chi guida, e niente patente speciale per le auto blu.

  • Multe . Per essere valide dovranno essere notificate entro 60 giorni, contro i 150 di oggi. Sopra i 200 euro potranno essere pagate a rate, a patto di guadagnare meno di 15 mila euro lordi l’anno. Il trasporto di un animale ferito grave basterà per chiedere l’annullamento di una multa, come già oggi può fare chi corre in pronto soccorso.
  • Alcol.Dopo le tre di notte i locali non dovranno vendere alcolici, mentre i ristoranti dovranno dotarsi di etilometro. Chi ha la patente da meno di tre anni dovrà avere un tasso alcolico pari a zero ( decisamente ridicolo). Stesso livello per conducenti di camion e bus che andranno in pensione non più a 65 ma a 70 anni.
  • Moto.Chi porta un bambino alto fino ad un metro e mezzo non potrà superare i 60 km orari.

    Tra i 5 ed i 12 anni sarà necessario un seggiolino speciale. Una prova pratica per i patentini dei 50′.

  • Bici. Casco obbligatorio fino a 14 anni. Le biciclette potranno essere parcheggiate sui marciapiedi e nelle aree pedonali. Saranno restituiti i punti tolti ai ciclisti.
  • Strisce pedonali. Le auto saranno obbligate a fermarsi se il pedone è sulle strisce (ma non dovevano farlo già prima???).Inoltre saranno obbligati a «rallentare ed all’occorrenza fermarsi» quando il pedone è ancora sul marciapiede all’altezza delle strisce.
  • Minicar. Divieto di guida per chi si è visto sospendere o ritirare la patente. Obbligatorie per tutti le cinture di sicurezza.

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Redazione Notizie.it

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.

Leggi anche