×

Cohen accusato di frode: “Ho agito sotto la guida di Trump”

Condividi su Facebook

L'avvocato di Donald Trump è stato accusato di superato i limiti di spesa nella campagna elettorale finanziando delle porno star.

Michael Cohen, l’avvocato del Presidente degli Stati Uniti Donal Trump, è stato dichiarato colpevole dalla corte di New York per una frode finanziaria che sarebbe stata effettuata nella campagna elettorale.

Il giurista ha commentato: “ho agito in questo modo sotto la guida del mio cliente con lo scopo di influenzare le elezioni”.

L’ammissione è legata alla grossa quantità di denaro che il Presidente degli Stati Uniti ha reso al famoso avvocato durante la loro collaborazione, queste somme sarebbero state utilizzate per coprire le passate relazioni che Trump avrebbe avuto con porno stars.

La frode di Michael Choen

Choen ha affermato: “non ho seguito le regole perché un candidato dell’ufficio federale mi ha fatto pressione su ciò”. Le accuse a Michael Choen hanno distrutto inesorabilmente la sua carriera e l’avvocato rischia 65 anni di prigione, Choen è già stato accusato di:

  • 5 evasioni fiscali
  • False informazioni alle istituzioni finanziarie
  • Eccessiva campagna di contribuzione

La sua sentenza è stata prodotta il 12 dicembre e l’avvocato è stato rilasciato dopo aver pagato un assegno di 500.000 dollari.

Donald Trump è complice?

” Se questi pagamenti erano un crimine di Michael Cohen, perché dovrebbero esserlo anche per Donald Trump?” ha commentato Lanny Davis.

Il Presidente degli Stati Uniti si torva però di fronte ad un crimine e nella costituzione americana può essere processato per “impeaching“secondo la voce “crimini e disonori alla nazione”. Per questo reato, il Partito Democratico potrebbe vincere il controllo in entrambe le camere e far dimettere il capo dello Stato.

L’impeachment però non è mai avvenuto nella storia degli Stati Uniti e non è un sistema così indolore e semplice per il paese che si troverebbe di fronte a una crisi di governo senza precedenti, secondo gli esperti però Donald Trump potrebbe essere impugnabile.

Il denaro sporco di Trump

La porno star Stormy Daniels ha dichiarato che è stata pagata 130.000 dollari da Cohen prima delle elezioni del 2016 per stare in silenzio riguardo ai rapporti che avrebbe avuto con Donald Trump nei mesi precedenti.

E’ stata anche registrata una conversazione tra Trump e l’avvocato di 2 mesi prima delle elezioni riguardo al possibile acquisto dei diritti di “kiss-and-tell story” della modella Karen McDougal, anch’ella accusata di aver avuto rapporti col Presidente.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.