×

Colli al Metauro, bimbo di sei mesi morto in culla

Colli al Metauro, bimbo di sei mesi morto in culla. Ai carabinieri il verbale sul terribile racconto dei genitori su quei concitati minuti

Misteriosa morte di un neonato a Colli al Metauro

Tragedia a Colli al Metauro, in provincia di Pesaro-Urbino, dove un bimbo di sei mesi è morto in culla sotto gli occhi dei genitori forse a causa di un rigurgito improvviso. Il dramma si è consumato nella tarda serata del 31 maggio scorso e in merito ad esso la magistratura competente ha deciso di vederci chiaro disponendo l’autopsia sul corpicino.

E’ accaduto tutto in un’abitazione a due piani della frazione di Villanova, intorno alle 23.00 secondo i media locali.

Colli al Metauro, bimbo di sei mesi morto in culla: la ricostruzione di quei minuti drammatici

La ricostruzione della tragedia è stata affidata ai carabinieri del locale comando stazione guidati dal luogotenente Antonello Pannaccio. Pare che al momento del soffocamento del bambino, che ha un fratellino di poco più grande, i suoi genitori si trovassero in cucina e il piccolo stesse dormendo nella culla all’interno di una stanza adiacente.

Dopo aver sentito uno strano rumore il papà sarebbe entrato in camera ed avrebbe acceso la luce. Dopo aver realizzato che i figlio non dormiva ma che invece aveva difficoltà a respirare l’uomo ha tentato di rianimarlo, mentre la mamma del bambino chiamava in tutta fretta i soccorsi.

Colli al Metauro, bimbo di sei mesi morto in culla, manovra di soccorso inutili

Sempre secondo la ricostruzione dei militari mutuata dal verbale su quei concitati minuti, pare che il genitore abbia fatto di tutto per rianimare il piccolo in attesa dei soccorsi.

Soccorsi, incarnati dagli operatori di una unità del 118, che sono arrivati poco dopo e che per oltre una mezz’ora hanno provato a mettere in atto tutte le tecniche per rianimare il bambino, purtroppo invano.

Colli al Metauro, bimbo morto in culla, l’arrivo dei carabinieri

A quel punto, a traino dello spaventoso dolore per quella morte improvvisa ed assurda, forse dovuta anche all’ennesimo episodio dell’inquietante fenomeno della “morte in culla” “morte in culla” è arrivata la necessità di avvisare le forze dell’ordine. I militari hanno allertato il medico legale per dichiarare il decesso del bambino ed hanno messo a verbale le dichiarazioni dei due genitori, soprattutto su quando il piccolo avesse preso il suo ultimo pasto. Le morti improvvise dei neonati non legate ad una patologia o ad un epidosio specifici sono purtroppo molto più frequenti di quanto non si creda.

Contents.media
Ultima ora