×

Coltivava sul terrazzo marijuana: arrestato 42enne

I Carabinieri hanno arrestato a Rutigliano un uomo di 42 anni accusato di essere responsabile del reato di produzione di sostanze stupefacenti

marijuana

I Carabinieri hanno arrestato a Rutigliano un uomo di 42 anni accusato del reato di produzione di sostanze stupefacenti. L’uomo infatti, aveva creato una vera e propria serra rudimentale sul proprio terrazzo per poter coltivare marijuana.

Arrestato un uomo di 42 anni perchè coltivava marijuana: le accuse

Un uomo di 42 anni, residente a Rutigliano, è stato arrestato dai Carabinieri del posto, in quanto accusato di essere responsabile del reato di produzione di sostanze stupefacenti. L’uomo, infatti, è stato in grado di costruire una vera e propria serra rudimentale sul proprio terrazzo per coltivare marijuana.

La scoperta è avvenuta dopo una perquisizione effettuata dai militari nella abitazione del 42enne. La serra era stata costituita con dei teli in cellophane, all’interno della quale sono state collocate diverse piante di “cannabis indica” con fusti di altezza variabile fino a 150 cm.

Il tutto è stato sequestrato insieme ad una busta di ben 25 kg, contenente foglie di cannabis già in fase di essiccazione.

Inoltre, l’accurata perquisizione ha permesso di scoprire ulteriore materiale utile per la coltivazione e anche tutte l’attrezzatura e apparecchiatura necessaria per il taglio del fogliame.

Su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, l’uomo è stato arrestato e sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione.

Marijuana coltivata in casa: il precedente caso avvenuto sempre a Rutigliano

Quello descritto in precedenza è stato l’ultimo caso avvenuto a Rutigliano di marijuana coltivata e prodotta direttamente in casa. Nella stessa zona lo scorso fine giugno infatti è avvenuto un episodio del tutto simile.

In quella occasione, però, a costruirsi una vera e propria serra per produrre marijuana nel giardino della propria abitazione, è stata una insospettabile coppia di giovani ragazzi rispettivamente di 32 e 30 anni. Entrambe le persone coinvolte nella vicenda sono state accusate di coltivazione illecita di sostanze stupefacenti.

Nel corso di una perquisizione, la coppia infatti è stata colta in possesso di una vera e propria serra, costruita anche in questo caso con teli di cellophane e dotata anche di un sofisticato impianto idrico e di termometro per verificare la temperatura interna dell’area. All’interno della serra sono state trovate molteplici e rigogliose piante interrate di “cannabis indica” con fusti di un’altezza variabile fino a 150 cm. Alcuni rami di queste piante erano già in fase di essiccazione.

Anche in quel caso fu anche ritrovato del materiale utile utilizzato proprio per la coltivazione e la produzione di cannabis.

Contents.media
Ultima ora