Libro giornale e libro inventario: come applicare marche da bollo
Come applicare marche da bollo su libro giornale
Economia

Come applicare marche da bollo su libro giornale

libro giornale marca da bollo

L’obbligo di versamento dell’imposta di bollo su libro giornale e inventario ha subito variazioni negli ultimi anni: ecco cosa prevede.

L’applicazione del bollo sul libro giornale o libro inventari, è diventata facoltativa con la legge Tremonti, che nel 2001 ha semplificato l’obbligo di versamento rendendo obbligatoria la sola numerazione progressiva delle pagine. Ma l’approvazione della legge n.71/2013 ha apportato alcune importanti modifiche, decretando l’aumento degli importi da versare.

Dal 26 giugno 2013 l’importo per la bollatura del libro giornale, del libro inventari e di libri sociali da 14,64 euro è stato aumentato a 16,00. L’imposta marca da bollo per le fatture, per le ricevute fiscali, d’affitto e di associazioni è stata portata da 1,82 a 2 euro.

Come applicare le marche da bollo

Per la bollatura dei libri giornale o inventari delle seguenti categorie, la normativa in vigore prevede l’applicazione di una marca da bollo da 32 euro ogni 100 pagine, o frazione di 100. Questo tipo di tassazione vale per:

  • imprenditori commerciali e individuali
  • società di persone
  • cooperative
  • banche popolari e di credito cooperativo
  • mutue assicuratrici
  • consorzi, enti e associazioni

Marche da 16 euro

L’articolo 2214 del Condice civile sancisce che l’imprenditore di una attività commerciale debba tenere un libro giornale, il libro degli inventari e altre scritture che variano in base alla dimensione e la natura dell’azienda.

Ad esclusione delle categorie che non rientrano nell’articolo, l’obbligo di versamento dell’imposta di bollo, di 16,00 euro ogni 100 pagine, è da ritenersi valido nei seguenti casi:

  • Per i libri soggetti a numerazione e bollatura
  • Sui documenti (libro giornale e libro degli inventari) tenuti da soggetti che assolvono la tassa di concessione governativa con altre modalità, in maniera forfetaria. Quei soggetti, cioè che rientrano nella norma dell’articolo 23 della Tariffa allegata al D.P.R. n. 641/1972 :
    • Società per azioni
    • Società in accomandita per azioni
    • SRL
    • Società consortili a responsabilità limitata
  • Su tutti gli altr permane l’obbligo dell’imposta di 16,00 euro ogni 100 pagine.

Soggetti esenti

Esistono soggetti per i quali è prevista l’esenzione totale dall’obbligo della bollatura del libro giornale. Rientrano in questa categoria:

  • Formulari di rifiuti trasportati
  • Formulari rifiuti trasportati
  • Registri di carico e scarico rifiuti
  • Cooperative edilizie che rientrano nell’Albo delle cooperative presso il Ministero dello Sviluppo Economico

La documentazione, in questo caso, dovrà riportare la dicitura di esenzione: “Articolo 66 commi 6bis e ter D.L. 331/1993 convertito con L. 427/1993”.

Sono inoltre esenti le ONLUS, le cooperative sociali, Associazioni iscritte nei registri regionali delle organizzazioni di volontariato, che possono dimostrare di agire senza scopo di lucro.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Dolce&Gabbana Light Blue Swimming In Lipari Pour Homme - Tester
44 €
Compra ora
Huawei P10 Lite 32GB 4GB Ram Black - Nero
209 €
Compra ora
Diadora Cyclette Cleo Rigenerata
89.95 €
189 € -52 %
Compra ora