Peperoni: come bollirli prima di farcirli
Peperoni: come bollirli prima di farcirli
Cucina

Peperoni: come bollirli prima di farcirli

peperoni

I peperoni, ortaggio estivo originario dell'America del Sud, sono un alimento molto versatile in cucina. Per cucinarli ripieni è bene bollirli prima.

I peperoni sono un tipico ortaggio estivo originario dell’America del Sud. Arrivano in Europa, dove erano totalmente sconosciuti, insieme ad altri ortaggi e frutta, nel sedicesimo secolo. Oggi sono diffusi e coltivati in ogni parte del mondo.

I Peperoni

Il peperone per crescere predilige climi caldi e ha bisogno di terreni molto fertili. La semina avviene a gennaio/febbraio nei posti più caldi, a febbraio/marzo nei posti più freddi (a meno che non si vogliano ottenere raccolte extrastagionali). I frutti arrivano sui banchi ortofrutticoli dei mercati in estate. Esistono tantissime varietà: non solo i colori, giallo o rosso (quelli verdi, in realtà, sono bacche non ancora mature), sono una discriminante, ma anche la forma, il sapore, la grandezza.

Proprietà

Essi sono una fonte eccellente di vitamina A e C. Ma è molto importante anche la presenza di betacarotene, soprattutto nei peperoni rossi che contengono anche vitamine del gruppo B. Oltre alle vitamine, contengono sali minerali, soprattutto potassio, ferro, magnesio e calcio.
Contengono inoltre una notevole quantità di acqua e una piccola percentuale di fibre che determinano un potenziale, anche se molto lieve, effetto lassativo.

I peperoni contenono pochissime calorie e sono quindi molto utili in caso di diete alimentari ipocaloriche. Come tutti ben sappiamo questo alimento può creare qualche difficoltà digestiva; per tale motivo è sconsigliato a chi ha problemi gastrici, soprattutto se persistono nonostante l’eliminazione della buccia che riveste il frutto.

Cento grammi di peperone rosso o giallo (il verde viene colto non ancora maturo, quindi ha caratteristiche lievemente differenti), il 92 per cento del peso è costituito da acqua; contiene inoltre il 4 per cento di zuccheri, il 2 per cento di fibre e soltanto l’1 per cento di proteine. La vitamina C, è presente in quantità di circa 190 mg nei peperoni gialli, che sono i più ricchi. Le calorie sono, a seconda della varietà, tra 20 e 30 per etto. Inoltre contengono circa 200 mg di potassio e 12 di magnesio; oltre alla vitamina C di cui abbiamo già detto, sono presenti le vitamine del gruppo B; quelli rossi sono ricchissimi di betacarotene (anche oltre 1600 mcg per etto).

Come cucinarli

I peperoni verdi possono essere cucinati in moltissimi modi, sono un alimento versatile che si presta bene a varie ricette.

Una delle tante possibilità è di cucinarli ripieni con carne e riso. Per fare i peperoni verdi ripieni, è consigliabile farli bollire prima di mettere il ripieno. Scegliete peperoni che siano maturi ma sodi, non troppo piccoli.

Istruzioni per bollire i peperoni

1 Lavatevi le mani prima di preparare i peperoni.

2 Sciacquate bene i peperoni che volete cucinare sotto acqua corrente per togliere ogni traccia di terra.

3 Asciugateli bene con un tovagliolo di carta pulito.

4 Poneteli sul tagliere e tagliate via il gambo con un piccolo coltello. Tagliateli a metà, attraverso il centro, iniziando dall’alto. Togliete i semi e i filamenti e gettateli.

5 Risciacquate i peperoni.

6 Poneteli in una grossa pentola.

7 Aggiungete l’acqua nella pentola, assicurandovi che siano completamente sommersi. Mettete il sale, se desiderate, secondo i vostri gusti.

8 Mettere la pentola sul fuoco e portate ad ebollizione.

9 Fate bollire per 5 minuti.

10 Togliete la pentola dal fornellino e versate il contenuto della pentola in un colapasta.

Adesso i vostri peperoni sono pronti per essere riempiti con la farcitura precedentemente preparata.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Coltivare i semi di chia
Cucina

Come coltivare semi di chia

di Notizie

Tra gli alimenti considerati più ricchi di proprietà, figurano anche i semi di chia. Ma è possibile coltivarli in un clima come il nostro? La risposta è sì. Ecco come.