Celebrare il Natale spagnolo tradizionale
Celebrare il Natale spagnolo tradizionale
Cultura

Celebrare il Natale spagnolo tradizionale

Natale spagnolo

La Spagna è un paese che sente e vive profondamente il Natale. E' una delle festività più importanti ed è ricco di tradizioni!

In Spagna, il Natale è una festa particolarmente sentita. Il Natale spagnolo si festeggia per più di dieci giorni ed è ricco di importanti tradizioni!

Il Natale spagnolo tradizionale

I festeggiamenti delle festività natalizie iniziano con la ‘Lotteria di Natale’ (Lotería de Navidad) il 22 dicembre e terminano, così come in Italia, il 6 gennaio, giorno dell’Epifania.

  • La ‘lotteria di Natale‘ è una tradizione della seconda metà del 1700. Ogni anno l’estrazione inizia la mattina presto, con il sorteggio del primo numero ‘Il Grasso‘ (El Gordo); viene trasmessa da diverse emittenti televisive e radiofoniche.
  • La notte della ‘Vigilia di Natale‘ (La Nochebuena), le famiglie spagnole festeggiano con una grande cena tradizionale. E’ la cena più importante dell’anno. Durante la notte vengono ascoltati e cantati i Villancicos, i canti di Natale. A mezzanotte, il suono delle campane segna l’inizio della messa a lume di candela, La ‘Messa del Gallo‘ (Misa del Gallo) che, secondo la tradizione, fu il primo ad annunciare la nascita di Gesù.
  • Il ‘giorno di Natale‘ il Re di Spagna legge il suo messaggio di auguri in televisione; il pranzo di Natale è anch’esso un grande banchetto.
  • Dopo due giorni di pausa, le celebrazioni riprendono il 28 dicembre, il giorno de Los Santos Innocentes, commemorazione della Strage degli Innocenti, episodio del Vangelo secondo Matteo.

    In questo giorno è d’obbligo farsi scherzi e prendersi in giro (del tutto simile al nostro 1 aprile). Durante tutto il 28 Dicembre giornali e telegiornali pubblicano e trasmettono notizie assurde e incredibili.

  • Anche in Spagna, così come in Italia, la festa ricomincia la ‘Notte di San Silvestro‘ (Nochevieja), l’ultima notte dell’anno. Non è una festa di carattere religioso, tuttavia ha una tradizione molto importante: mangiare dodici chicchi d’uva (las uvas de la suerte), uno per ogni mese dell’anno, perché sembra che portino fortuna. Appena prima di mezzanotte si accende la televisione. Tutti i canali trasmettono il grande orologio nella piazza principale di Madrid. Quando l’orologio batte dodici volte prima di mezzanotte, a ogni rintocco viene mangiato un chicco d’uva.
  • Ecco che arriva il giorno preferito da tutti i bambini spagnoli, il giorno dell’Epifania. In Spagna la sera del 5 gennaio si organizza la sfilata de Los Reyes Magos (Re Magi). Il giorno successivo i bambini, se si sono comportati bene, ricevono i loro regali.
© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Leggi anche