Come citare un documentario
Come citare un documentario
Scuola

Come citare un documentario

citare un documentario

Riportare correttamente le fonti consultate alla fine di un saggio è fondamentale. Ecco come citare un documentario.

La consultazione di un documentario è spesso molto utile al fine di acquisire conoscenza su una materia. In generale, si definisce documentario un filmato audiovisivo la cui base rappresentativa sia del tutto reale. Ogni aspetto trattato e raccontato deve avere precise basi storiche, sebbene, poi, il modo di raccontarle possa essere anche reso più cinematografico. Personaggi, luoghi ed eventi, però, devono avere una comprovata aderenza con la realtà. Il genere documentario ha assunto, nel corso dei decenni, una dignità tale da renderlo, a tutti gli effetti, un genere cinematografico fatto e finito. Per questo, in molti ambiti, la visione di un documentario vale come fonte autorevole per scrivere di un determinato tema. In questi casi, allora, come si fa a citare un documentario nella bibliografia/filmografia finale di un testo? Ecco tutti i passaggi.

Il documentario divulgativo

Tra i vari generi di documentario c’è anche quello strettamente educativo. Spesso, in questo caso, il mezzo si serve di una maggiore chiarezza e di una minore pretesa artistica.

Il fine ultimo e chiarissimo è quello divulgativo, d’insegnamento. Questo concetto è chiarissimo nei documentari scientifici, storici o naturalistici, in cui le immagini reali vengono preferite alle ricostruzioni realistiche. Il documentario divulgativo ha assunto un’importanza sempre maggiore con la diffusione dei mezzi di comunicazione, spesso per veicolare anche messaggi propagandistici. Vista la sua natura educativa, questo tipo di strumento è consultato e usato come fonte in caso di approfondimento su una materia. Cerchiamo di capire, allora come sia possibile citare un documentario seguendo la prassi corretta.

Citare un documentario

Se state scrivendo una tesi o state producendo un approfondimento su un argomento specifico, potreste avere usato tra le fonti anche documentari audiovisivi. Perfetto. Ora dovete imparare a citarli nel modo corretto alla fine del vostro saggio. Ecco tutte le informazioni che vi servono e che dovete riportare.

  • Innanzitutto, è fondamentale stabilire quale sia il titolo ufficiale del documentario. Cercate, poi, il nome del regista, la casa di distribuzione e l’anno del rilascio.

    Queste informazioni, generalmente, si trovano sul retro della custodia del DVD, in apertura del documentario o riportate nei titoli di coda. Se siete incerti, potete controllare online che i nomi siano tutti corretti.

  • Le informazioni che avete dedotto vanno, poi, inserite secondo un ordine ben preciso, che è il seguente:
    Titolo del documentario. Nome del regista (abbreviato in dir.). Distributore, anno di distribuzione. Formato.
  • È prassi, in generale, scrivere in corsivo il titolo del documentario. Assicuratevi, infine, che la formattazione sia quella corretta. Inserite un unico spazio dopo ogni periodo della citazione, mentre non ci sono spazi tra la parla e il segno di interpunzione.
  • L’elenco dei documentari va inserito tra le fonti audiovisive. Solitamente, la filmografia consultata va inserita dopo la bibliografia, alla fine del saggio.
© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Colazione italiana
Cultura

La colazione italiana

di Notizie

La colazione italiana prevede il consumo di alcuni alimenti tra cui caffè, latte, thè, cornetti, brioche e biscotti.

Imetec Start&stop / 8660 Bianco/verde/argento
69.9 €
129 € -46 %
Compra ora
Philips Health Grill HD4467/90
69 €
104.99 € -34 %
Compra ora
Nokia 3310 (2017) Dark Blue
84.5 €
Compra ora
Moleskine 12 Mesi - Agenda 2018 Settimanale Orizzontale Large Rosso
20.5 €
Compra ora