Come collegare un Game Boy Advance a un Nintendo Game Cube - Notizie.it
Come collegare un Game Boy Advance a un Nintendo Game Cube
Videogiochi

Come collegare un Game Boy Advance a un Nintendo Game Cube

game boy

Game Boy e Game Cube erano considerate rivoluzionarie quando furono lanciate sul mercato. Scopri come è possibile collegarle tra loro in modo semplice.

Sia il Game Boy sia la Nintendo hanno rappresentato i giochi più belli e divertenti per migliaia di ragazzi. Anche oggi, nonostante la creazione di applicazioni più moderne, vengono ancora molto utilizzate.

Game Boy e Nintendo

Anche se abbiamo a disposizione le consolle da gioco più avanzate, alcune consolle classiche erano considerate rivoluzionarie ai loro tempi per le caratteristiche uniche e assolutamente nuove che proponevano rispetto ad altri dispositivi contemporanei. Per esempio, Nintendo Game Boy advance e Nintendo GameCube, entrambe presentate nei primi anni 2000, possono essere collegate per espandere le opzioni di gioco. Più precisamente è possibile collegare una Game Boy Advance alla Nintendo GameCube e la console portatile funge da schermo supplementare o da controller aggiuntivo.

Come collegarli

La prima cosa da fare per collegare il Game Boy alla Nintendo è accertarsi che il vostro GameCube accetti il collegamento di un Game Boy Advance come controller aggiuntivo. Non tutti i modelli di GameCube supportano questa funzione.

Controllate sul manuale. A questo punto controllate il gioco del Game Boy Advance per verificare se le sue caratteristiche sono compatibili con il GameCube. Un gioco famoso che permette questa funzione aggiuntiva è Pokemon XD e Poemon Colloseum. Questi possono scambiare informazioni ed elementi di gioco con le edizioni di Pokemon per Game Boy Advance, Smeraldo, Zaffiro, Rubino e Verde Foglia.

Controllate anche se il vostro gioco Game Cube offre opzioni o funzioni aggiuntive quando collegate un Game Boy Advance come controller aggiuntivo. I giochi più popolari che supportano questa funzione sono della serie Legend of Zelda: The Wind Waker, Final Fantasy Crystal Chronicles e Legend of Zelda: Four scorda Adventures. Questi giochi mettono a disposizione informazioni aggiuntive sullo schermo di Game Boy Advance durante il gioco, che permettono di accedere più facilmente alle informazioni che altrimenti starebbero ai margini dello schermo.

Una volta controllate tutte queste cose si può inserire le cartucce di gioco in entrambi i dispositivi.

Una volta fatto bisogna collegare il cavo Game Link. L’estremità più larga triangolare va inserita nel Game Boy Advance. Questo va collegato alla porta EXT che si trova nella parte superiore del dispositivo. L’altro capo, più piccolo, va collegato alla porta del controller del Nintendo Game Cube. Verificate di avere una porta libera. Il GameCube accetta fino a quattro controller. Controllate nel manuale del gioco a quale porta dovete collegare il Game Boy Advance.

I vantaggi

Il vantaggio di collegare il Game Boy Advance al GameCube è che potete usare il dispositivo portatile per visualizzare le mappe e le informazioni relative al gioco che state facendo, per migliorare la qualità del gioco. Su Zeldaa: Four Swords potete usare le console GBA come controller aggiuntivo, così potete giocare in quattro.

Gli svantaggi

Tuttavia lo svantaggio di questo sistema è che non tutti i giochi supportano dispositivi aggiuntivi. La maggior parte dei giochi GameCube supporta solo il controller originale.

Collegando il Game Boy Advance non si aggiunge alcuna funzione. Allo stesso modo, non tutti i giochi GBA supportano lo scambio di informazioni con il GameCube.

Conclusioni

Ultimamente GameCube e Advance sono stati superati da Nintendo Wii e dalle console portatili della serie DS. Queste possono essere collegate le une alle altre usando la rete Nintendo WiFi. In questo modo si permette ai giocatori di gareggiare e fare squadra con altri giocatori in una rete locale o addirittura in tutto il mondo usando il WiFi. E questo semplifica notevolmente i collegamenti tra console.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche