Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Come coltivare piante rampicanti
Guide

Come coltivare piante rampicanti

Le piante rampicanti sono genericamente molto belle e creano, se ben inserite nell’ambiente, angoli molto gradevoli da vedere, così come in questa foto che ritrae una Bignonia cresciuta sul muro della Cavallerizza di Torino, presa – e ringrazio – dal sito tolove.it.
Per coltivarle al meglio le indicazioni generali prevedono un buon fertilizzante in primavera per aiutare la ricrescita, innaffiatura per evitare periodi di siccità e pacciamatura organica lontano dai fusti per mantenere umido il terreno. Più o meno valgono le stesse indicazioni date per le Clematis.
Occorre solo prestare attenzione alle potature: servono a rimuovere le parti deboli o danneggiate, creando nel contempo una struttura ben equilibrata che creerà l’angolo gradevole e direi romantico, che quasi ci si aspetta parlando di rampicanti. Anche in questo caso valgono le indicazioni già date per le Clematis: il periodo di potatura dipende dal periodo di fioritura. Se questa ha inizio in primavera significa che i fiori appaiono sul legno dell’anno precedente, quindi la potatura va effettuata dopo.

Quelle che fioriscono in estate o autunno è invece meglio potarle in inverno, così da permettere alla pianta di sviluppare rami nuovi.
Oltre alla potatura è necessario prestare attenzione affinché i rami della pianta abbiano i sostegni adatti su cui svilupparsi: graticci di legno, fili di ferro e reti metalliche.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche