×

Come combattere l’acne

I brufoli sono antiestetici e fastidiosi sia che compaiono da giovani che da adulti: combattere l’acne però è possibile, ecco quali sono i rimedi giusti.

A soffrire di acne non sono soltanto i giovani nel periodo della pubertà, ma anche tanti adulti. L’acne è una malattia infiammatoria che si manifesta con la comparsa di brufoli di varie dimensioni che si concentrano soprattutto sul viso. Il follicolo pilifero si infiamma creando vere e proprie pustole che possono anche infettarsi. Per questo motivo è importante trovare un rimedio non aggressivo per la pelle che possa combattere questo fastidioso e antiestetico problema. Ci sono alcuni rimedi naturali in grado di offrire sollievo a chi soffre di acne.

Ad esempio, un’ottima cura per l’acne è il succo di aloe vera, che ha proprietà antisettiche: basta applicare un po’ di gel sulle zone interessate. Un rimedio della nonna ma abbastanza efficace è l’aceto unito al succo di limone: passate un batuffolo di cotone imbevuto sui brufoli.

Per l’acne che si manifesta durante il periodo mestruale (dovuta a sbalzi di tipo ormonale) è indicata la tisana a base di agnocasto, oppure a base di trifoglio rosso e salvia, da bere una o due volte al giorno.

Altro rimedio naturale altrettanto efficace in caso di acne è lo yogurt. Si spalma un po’ di yogurt bianco ricco di probiotici sulle zone interessate dopo aver aperto i pori della pelle con un bagno di vapore. L’olio essenziale di tea tree possiede proprietà antisettiche molto spiccate: se ne consiglia l’applicazione dopo averlo diluito con un olio vettore. Per curare l’acne è importante seguire una dieta bilanciata ed equilibrata, cercando di evitare troppi zuccheri e cibi grassi. Se l’acne si presenta in età adulta bisogna utilizzare detergenti delicati e non schiumogeni, soprattutto sul viso.

Ci sono metodi contraccettivi, come la pillola anticoncezionale, che favoriscono la comparsa di acne: meglio evitarli, chiedendo al medico un’eventuale alternativa.

Per prevenire l’acne o limitarne la comparsa si consiglia di bere circa due litri di acqua al giorno. Se l’organismo è idratato, ci sono meno probabilità che si sviluppi un’infiammazione. Prima di seguire una terapia farmacologica è sempre meglio chiedere consiglio ad un medico, sempre che non si abbiano risultati con i rimedi naturali.


Contatti:

Scrivi un commento

300

Leggi anche