Come contare in Arabo
Come contare in Arabo
Lifestyle

Come contare in Arabo

contare in Arabo

I numeri arabi sono alla base del nostro sistema numerico. Cosa ne dite, dunque, di capire come si pronunciano nella lingua in cui sono stati concepiti? Ecco le linee guida per contare in arabo.

L’arabo è una lingua bellissima e allo stesso tempo davvero complicata. Pensare di studiarla può essere una buona idea visto che è una delle lingue più utilizzate nel mondo. Le scoperte scientifiche degli arabi, anche per quanto riguarda la matematica, hanno fatto sì che il loro sistema numerico fosse adottato da molte altre lingue. Anche se, certamente, l’arabo è una lingua difficile ed eterogenea, imparare a contare nella lingua in cui i numeri come li conosciamo sono stati teorizzati, non può far male. Scopri come si fa a contare in arabo.

Contare in arabo

Imparare la pronuncia dei numeri arabi dall’uno al venti è piuttosto semplice. Dopo il venti, invece, la situazione si fa più complessa. Le regole per i numeri, in realtà, non sono fisse ma dipendono dal modo in cui vengono usati. Fortunatamente, una volta acquisita familiarità con i principi fondamentali, utilizzare i numeri arabi con la grammatica corretta diventa molto più semplice. Ecco un’infarinatura generale per capire come si conta in arabo.

Istruzioni per contare in arabo

Ecco qualche indicazione generale per imparare a contare in arabo.

Iniziamo con i primi venti numeri, che sono anche i più facili da ricordare:

Uno è waahid
due è ithnaan
tre è thalaatha
quattro è arba’a
cinque èKhamsa
sei è Sitta
sette è sab’a
otto è thamaaniya
nove è Tis’a
dieci è ‘Ashara

Tenete a mente in numeri che avete appena imparato e procediamo con la numerazione dall’undici al venti.

Undici è ahad ‘Ashar
dodici è ithnaa’ Ashar
tredici è thalaathat’Ashar
quattordici è arba’at’Ashar
quindici è khamsat ‘Ashar
sedici anni è sittat’ Ashar
diciassette è sab’at ‘Ashar
diciotto anni è thamaaniyat’
diciannove è Tis’at’Ashar
venti è’ishreen

Per imparare i numeri arabi dal 21 al 99, basta ricordare la regola per formarli. Alla radice della cifra, occorre aggiungere “wa” che significa “e” e poi inserire la cifra delle decine. Partiamo dalle decine, che si esprimono in questo modo:

30 thalaatheen
40 arba’een
50 khamseen
60 Sitteen
70 è sab’een
80 thamaaneen
90 è tis’een

Facciamo, dunque, un esempio. Trentuno diventa waahid wa thalaatheen (“uno” “e” “30”), 32 si dice ithnaan wa thalaatheen (“due” “e” “30”), e così via. Se vi siete lanciati e vi sembra semplice. Ecco come continua la numerazione:

100 è mi’a
200 è mi’ataan
300 è thalaath mi’a
400 è arba ‘mi’a
500 è khamsu mi’a
600 è Sitta mi’a
700 è sab’a mi’a
800 è thamaanee mi’a
900 è Tis’a mi’a
1000 è alf

Imparare l’arabo è un ottimo modo per esplorare una nuova lingua e una diversa cultura. Può sembrare difficile, ma, proprio come per molte altre lingue, conoscerne le basi diventa sempre più semplice una volta che ci si addentra nella lingua.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche