Come curare il fegato ingrossato naturalmente
Come curare il fegato ingrossato naturalmente
Wellness

Come curare il fegato ingrossato naturalmente

FEGATO.
FEGATO.

Avvertite spesso dolori al fegato? In quali situazioni il fegato si ingrossa? Ecco come curare il fegato ingrossato naturalmente.

Sempre più spesso si mangia in modo scorretto mettendo in grossa difficoltà il nostro apparato digerente. Uno degli organi che viene sottoposto a maggiore stress è sicuramente il fegato e spesso i sintomi diventano talmente gravi da avere bisogno di un trapianto. Non solo il cibo può provocare problematiche al fegato. Bere troppi alcolici e fumare troppo sono tra le cause principali di trapianto al fegato. Ma vediamo insieme come curare il fegato ingrossato.

Epatomegalia

Quando nell’ambito medico parliamo di “Epatomegalia” intendiamo un aumento di volume del fegato che non è una patologia, bensì un segno dovuto alla presenza di una condizione patologica sottostante. Molto spesso la causa dell’epatomegalia è di natura epatica, mentre in casi differenti si può associare all’ingrossamento della milza (epatosplenomegalia).

Il fegato ingrossato spesso viene confuso con la presenza di fegato grasso, ovvero una condizione clinica che può dar luogo a epatomegalia e che prende il nome di “Steatosi Epatica”. Solitamente per rilevare la presenza di epatomegalia si utilizza la tecnica manuale della palpazione dell’addome che riesce a individuare il margine inferiore del fegato.

Un’altra tecnica che viene utilizzata per riscontrare l’epatomegalia è la percussione della parete toracica di destra che riesce a individuare il limite superiore dell’organo.

Solitamente la presenza di epatomegalia non causa dolore o fastidio nella zona addominale superiore a destra. Il dolore può essere riscontrato solo durante la palpazione dell’organo. L’epatomegalia solitamente riguarda i soggetti di età superiore ai 50 anni. In casi rari può essere riscontrata nei bambini che soffrono di obesità o malnutrizione.

Fegato ingrossato sintomi

Solitamente un fegato ingrossato non presenta sintomi ed è soltanto nel momento in cui l’organo aumenta di volume in modo rapido e vistoso che il paziente può iniziare ad avvertire nella regione addominale superiore destra un fastidio o un dolore localizzato. Il dolore che può sentire il paziente si avverte solamente nel momento in cui avviene la palpazione dell’organo. Il dolore durante la palpazione può essere accompagnato da una colorazione giallognola della cute e degli occhi.

Nei casi più gravi i sintomi del fegato ingrossato possono essere:

  • Dolore al ventre superiore destro.
  • Dolori muscolari.
  • Fatica.
  • Ingiallimento degli occhi e della pelle.
  • Nausea.
  • Perdita di peso anormale.
  • Scarso appetito.

Fegato ingrossato cause

Vediamo insieme quali sono le cause principali del fegato ingrossato:

  • Alcolismo.
  • Amiloidosi.
  • Anemie emolitiche.
  • Blocco delle vene in uscita dal fegato.
  • Brucellosi infettiva.
  • Cirrosi.
  • Cisti o tumori epatici.
  • Colangite sclerosante.
  • Emocromatosi.
  • Epatite da intossicazione.
  • Da spirochete.
  • Epatite leucetica.
  • Epatite virale.
  • Glicogenosi tipo II.
  • Glicogenosi tipo IV.
  • Insufficienza cardiaca.
  • Leishmaniosi.
  • Leucemia linfatca cronica.
  • Leucemia mieloide.
  • Linfomi tipo Hodgkin.
  • Malattie da accumulo lisosomiale.
  • Mononucleosi.
  • Pericardite.
  • Rickettsiosi.
  • Stasi biliare.
  • Steatosi epatica.
  • Tifo addominale.
  • Tumore del fegato.
  • Uso eccessivo di farmaci (es: paracetamolo, statine, macrolidi, amiodarone).

Come depurare il fegato

Uno dei prodotti più utilizzati per depurare il fegato è sicuramente Garcinia Optima, un integratore alimentare che aiuta a coadiuvare l’equilibrio del peso corporeo e controllare il senso di fame. Il nome del prodotto deriva dal frutto esotico Garcinia Cambogia.

Questo frutto può essere coltivato solo in particolari paesi come l’India e il Pakistan. La Garcina Cambogia è un frutto di origine asiatica, con la polpa che ricorda quella di un agrume e simile esternamente a una piccola zucca.

La Garcinia Cambogia da sempre viene utilizzato nei paesi asiatici per diminuire l’appetito e per aiutare nel dimagrimento. In particolare, il frutto veniva assunto dai viaggiatori per non soffrire troppo la fame durante i loro lunghi tragitti. Per utilizzare al meglio l’integratore si consiglia di prendere una pillola per 2 volte al giorno sempre prima del pasto (circa 30 minuti prima), insieme a un grande bicchiere d’acqua.

GARCINIA CAMBOGIA.

Garcinia Optima-cambogia permette di:

  • Ridurre l’appetito.
  • Migliorare l’umore.
  • Regolare i livelli di cortisolo.
  • Aumentare i livelli di seratonina.
  • Dimagrire in modo veloce.

Purificare il fegato

Garcinia Optima- cambogia aiuta a purificare il fegato grazie ai suoi ingredienti totalmente naturali che non creano allergie intolleranze e fastidi.

Vediamo insieme nel dettaglio gli ingredienti.

ZINCO: è un minerale antiossidante presente nel nostro organismo, come ad esempio nei muscoli, nei globuli rossi e nei globuli bianchi. Favorisce il metabolismo stimolando la rigenerazione cellulare e facilitando un corretto funzionamento del sistema immunitario.

CALCIO E POTASSIO: questi minerali sono inclusi nella formula di Garcinia Optima perché aumentano la biodisponibità della Garcinia Cambogia.

CROMO: è una sostanza molto importante per coadiuvare i processi di dimagrimento, poichè regolarizza i livelli di zucchero nel sangue e causa un calo del senso di fame, stimola il metabolismo e fa bruciare più calorie. Inoltre, favorisce la tonicità muscolare e aumentando la massa dei muscoli, aiuta a smaltire l’adipe accumulato nel corpo.

Ricordiamo che Garcinia non si può acquistare nei supermercati ne su altri siti. Ma solo sul sito ufficiale del produttore

Garcinia Optima è un prodotto che vanta moltissime recensioni positive sul sito ufficiale del produttore

“Ho 50 anni e ormai sto raggiungendo la menopausa: i problemi ormonali ed i trattamenti mi causavano gonfiore e chili di troppo, soprattutto sulla pancia.

Ho deciso di provare Garcinia Cambogia natural-fit perchè è naturale e non interferisce con la terapia ormonale, nè con altri farmaci, e non ha effetti collaterali. mi trovo benissimo” (Paola, 50 anni).

“Mi piace mangiare e non amo le rinunce, ma ho problemi di peso e di colesterolo in eccesso! Quando ho ordinato Garcinia Cambogia mi sono informato, il prodotto e’ made in Italy e mi hanno anche regalato una dieta abbinata alle capsule creata da un esperto nutrizionista, molto semplice da seguire” (Claudio, 48 anni).

Per saperne di più, basta cliccare l’immagine seguente

GARCINIA CAMBOGIA.

Per acquistare Garcinia Optima è necessario prenotare il prodotto sul sito ufficiale. Successivamente bisogna compilare il modulo e scegliere l’offerta migliore. Il prodotto verrà consegnato a casa in massimo 48 ore e si potrà scegliere se pagare sul sito o in contrassegno, ovvero alla consegna

Fegato ingrossato dieta

Vediamo insieme quali sono gli alimenti da evitare:

ALCOLICI: no a vino e birra.

BEVANDE ZUCCHERATE: no a coca cola, acqua tonica, tè freddo e succhi di frutta.

CIBI FAST FOOD: no a tutti quelli alimenti presenti anche in molti prodotti preparati industrialmente.

DOLCI: no a pasticcini, biscotti, frollini, torte, budini, gelatine e caramelle.

FRATTAGLIE: no a rognone, cuore, fegato, cervello e reni.

FRUTTA SCIROPPATA: no anche alla mostarda e alla frutta candita.

GRASSI ANIMALI: no a lardo, burro, panna e strutto.

INSACCATI: assolutamente no a salsiccia, mortadella, salame e le parti grasse della carne.

PRODOTTI DA FORNO GRASSI: no a prodotti con olio di palma e olio di cocco.

SALSE: no a salse come maionese, ketchup ecc…

SUPERALCOLICI: no a grappe, liquori e cocktail con alcool.

ZUCCHERI: no a zucchero bianco o di canna per dolcificare le bevande.

Vediamo invece quali sono gli alimenti consigliati:

CARBOIDRATI: si a pane, pasta, orzo e farro a basso indice glicemico.

CARNE: meglio quella bianca.

Pollame senza pelle.

FRUTTA: si a tutti i frutti per almeno 2 porzioni al giorno. Preferite quelli di stagione.

LATTE: parzialmente scremato.

LEGUMI: da mangiare da 2 a 4 volte alla settimana al posto del secondo piatto.

PESCE: tutti i tipi almeno 3 volte alla settimana. Consigliamo quello azzurro e il salmone.

VERDURA: da assumere in porzioni abbondanti per le vitamine e gli antiossidanti.

Tisane per depurare il fegato

Vediamo insieme quali sono le migliori tisane per depurare il fegato.

ACQUA E LIMONE: tra i rimedi migliori per depurare il fegato c’è quello di bere un bicchiere di acqua calda e limone al mattino. L’acqua calda o tiepida contrasta l’effetto astringente del limone, mentre il limone aiuta l’intestino e l’espulsione delle tossine attraverso le feci.

BARDANA: la bardana è ottima per preparare decotti utili per la depurazione del fegato, in quanto aiuta a tenere sotto controllo il colesterolo ed è ipoglicemizzante. Se volete preparare un decotto per due persone vi consigliamo di utilizzare in 300 ml d’acqua 1 cucchiaio di bardana.

CARDO MARIANO: tra i rimedi naturali che supportano le funzionalità del fegato c’è sicuramente il cardo mariano che è ottimo grazie alle sostanze contenute nel frutto, come ad esempio la silimarina che aiuta a depurare l’organo.

ERBA D’ORZO: tra i migliori toccasana per disintossicare l’organismo e il fegato c’è l’erba d’orzo che è conosciuta come antibatterico, immunostimolante, disintossicante e alcalinizzante. Per trovare l’erba d’orzo in polvere è necessario recarsi nelle erboristerie o nei negozi che vendono prodotti biologici.

ESTRATTO DI CARCIOFO: per aiutare la depurazione del fegato si consiglia di prendere l’estratto di carciofo. Questo alimento naturale è da sempre consigliato per le sue ottime proprietà per conservare le proprietà delle piante, disturbi acuti e nei casi di fegato grasso, difficoltà digestive e ipercolesterolemia.

FIORI DI BACH: tra i fiori di Bach è presente il Crab Apple che è utile per depurare l’organismo e in particolare il fegato. Il Crab Apple è consigliato per tutti quei soggetti che vogliono iniziare un periodo di detox e a livello emozionale per tutte quelle persone che si sentono “tossiche” e brutte nel loro aspetto fisico.

LINFA DI BETULLA: un antico rimedio stagionale per depurare il fegato e l’organismo dopo l’inverno è la linfa di betulla. Questo rimedio è consigliato da prendere mezzo cucchiaio tutte le mattine a digiuno per circa 3 settimane.

SUCCO DI ALOE VERA: per la preparazione di bevande depurative si consiglia di utilizzare il succo di aloe vero, ottimo per migliorare la funzione digestiva, la regolarità del transito intestinale e la funzionalità epatica. Il succo di aloe vero è da sempre consigliato per iniziare un periodo di detox.

TARASSACO: per la depurazione del fegato si consiglia di utilizzare il tarassico, una particolare erba amara che aiuta a fare funzionare meglio l’organo. Il tarassico da sempre viene utilizzato per favorire il buon funzionamento del fegato.

Su amazon sono presenti numerose tisane per depurare il fegato. Vi segnaliamo di seguito il migliori prodotto adatto per questo scopo

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Wonderbox Italia S.R.L. 3 Giorni Da Favola In Europa
299.9 €
Compra ora
Beafon C50 Classic Line Dual-SIM Bianco - White
32 €
Compra ora
Harry Potter: Scacchiera dei Maghi
52.43 €
Compra ora
Nutrisslim Bio Chocolate 63% Raw Protein Shake 450 G
17.88 €
23.04 € -22 %
Compra ora