Come curare il raffreddore - Notizie.it
Come curare il raffreddore
Guide

Come curare il raffreddore

Le bizzarrie metereologiche unite all’inevitabile contatto con persone in preda a tosse soffocante e sternuti germodiffusori, inevitabilmente ci portano a quell’epilogo che vorremmo tanto evitare: raffreddore ed influenza.

Esiste un rimedio (per chi ci crede) universale per curare emicranie, nausee, dolori articolari o raffreddori che rovinano le nostre giornate. Si tratta di un rimedio asiatico noto come the allo zenzero. Sembra che un paio di tazze al giorno liberino da qualsiasi fastidio respiratorio. Agisce facendo sviluppare un processo di sudorazione intensa, ed entro un’ora se ne rilevano gli effetti benefici.

Però come tutte le cure alternative, anche il the allo zenzero va assunto dopo aver consultato il medico, perchè potrebbe interagire con alcuni trattamenti medici, come fluidificatori del sangue, presidi cardiaci e FANS. Dovrebbe evitarlo anche chi soffre di calcoli biliari.

Preparazione del the allo zenzero

Occorrono due grosse radici di zenzero, che andranno lavate e sbucciate in modo da esporne la polpa.

Poi si devono tagliare a pezzetti. In un pentolino si fanno bollire circa 6 tazze di acqua. Vi si aggiunge lo zenzero, abbassando contemporaneamente la fiamma. Con una forchetta si punzecchiano i pezzi di zenzero in modo da farne uscire il succo. Si lascia macerare per circa 15 minuti. L’acqua assumerà un colore marroncino. Si aggiunge del miele per addolcirlo e si beve. Quello che rimane potrà essere riscaldato in un secondo momento, basterà aggiungere ancora dell’acqua perchè più lo zenzero rimane immerso, più il composto risulterà potente. Per ottenere il massimo dei benefici, masticare qualche pezzetto di radice mentre si assume la bevanda.

Il the allo zenzero comporta anche altri vantaggi, sembra che curi anche i disturbi gastrointestinali, ed inoltre diminuisce la tossicità di certi trattamenti medici molto forti.

Comunque, con il suo aroma così pungente e caldo, sarà un buon presidio per il sistema immunitario durante i mesi invernali.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*