Come fare il marrone utilizzando i coloranti alimentari
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Come fare il marrone utilizzando i coloranti alimentari
Lifestyle

Come fare il marrone utilizzando i coloranti alimentari

coloranti alimentari

Come si raggiunge un marrone intenso per i vostri piatti, miscelando correttamente i coloranti alimentari? Ecco qualche spunto e qualche alternativa naturale.

Capita, a volte, che sia necessario ricorrere a qualche colorante per rendere ciò che stiamo cucinando della tinta desiderata. Soprattutto in pasticceria – ma non solo, in realtà -, il ricorso ai coloranti è utile per raggiungere il fine di creare qualcosa che assomigli alla realtà. Se, per esempio, una torta ha delle foglie di pasta alle mandorle, per renderle realistiche sarà necessario colorarle di marrone. Come fare, dunque, per ottenere il risultato sperato? Niente di più semplice, basta ricorrere ai coloranti alimentari. Vediamo quali sono e come combinarli tra loro.

I coloranti alimentari

Il colorante alimentare è una tinta pensata appositamente per essere ingerita. È, quindi, digeribile e sicura. I colori sono di solito venduti come primari, ossia giallo, rosso e blu. Le tinte e i colori secondari vanno raggiunti mescolando i colori primari. In questi casi, i coloranti sono di tipo chimico, e vanno usati con cautela.

Come si fa il marrone

Quando usate un tipo di colorante primario, dovete fare attenzione a miscelarlo nelle giuste dosi per ottenere il colore finale che desiderate.

Se state cercando di ottenere un bel marrone, ecco le fasi da seguire.

  • Unite una quantità uguale di verde e rosso in un contenitore. Se non avete il verde, potete unire uguali quantità di giallo e blu, per crearlo. Aggiungete poi un’uguale quantità di rosso per formare il marrone. Mescolate per bene finché i colori non si saranno miscelati del tutto.
  • Aggiungete quantità diverse di colorante alimentare verde e rosso per ottenere differenti tonalità di marrone. Aggiungete più rosso per un marrone più chiaro, o più verde per un marrone più scuro. Potete anche aggiungere del giallo per ottenere una tonalità ocra. Provate a sperimentare le tinte, in fin dei conti, la cucina è arte.
  • Conservate i coloranti alimentari in contenitori chiusi bene o usateli immediatamente. Se lasciati all’aria possono perdere la loro brillantezza e seccarsi.

Colorante marrone naturale

Se non volete ricorrere a coloranti alimentari chimici, potete sfruttare i colori naturalmente presenti in natura per tingere le vostre pietanze.

Per ottenere un bel marrone naturale, avete diverse opzioni. Ricordate, però, che essendo sostanze naturali, hanno loro stesse un sapore. Tenetelo presente prima di alterare il gusto della vostra ricetta. Un marrone intenso si può ottenere aggiungendo un po’ di caffè al vostro piatto, potete usare direttamente quello in polvere o optare per una polvere d’orzo. Stesso discorso per il cacao, che oltre a rendere il vostro dolce più scuro, gli darà anche un gusto deciso. Se cercate un marrone ancora più scuro, potete usare il tè nero. Lasciate il tè in infusione per un tempo prolungato se volete ottenere un effetto tendente al nero. Infine, seppure piuttosto scontato, il cioccolato. Qualche goccia di fondente sciolto donerà al vostro dolce un marrone intenso.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche