Come fare: Maritozzi 'signa' - Ricetta dessert - Notizie.it
Come fare: Maritozzi ‘signa’ – Ricetta dessert
Guide

Come fare: Maritozzi ‘signa’ – Ricetta dessert

Ecco la ricetta del giorno: Maritozzi ‘signa’. Ti insegnamo a farla velocemente e nel modo migliore. Farai una splendida figura e i tuoi ospiti te ne saranno grati. L’importante è l’ingrediente principale: Miele.
Se segui alla lettera i consigli di ComeQuando ti verrà una meraviglia!

Passiamo quindi alla ricetta:

Tipo di piatto: Dessert
Ingrediente principale: Miele
Persone: 8
Ingredienti:
850 G Farina
150 G Miele
25 G Lievito Di Birra
270 G Latte
2 Uova
1/2 Bicchiere Olio D’oliva
2 Cucchiaini Zucchero
1 Manciata Uvetta Sultanina

Preparazione:
In una terrina mettere la farina, il lievito sciolto nel latte insieme al miele, impastare un po’; separatamente sbattere le due uova con lo zucchero poi miscelare con il composto prima ottenuto, impastare il tutto poi aggiungere l’olio, continuare a lavorare il composto fino ad ottenere una massa abbastanza morbida (se è il caso aggiungere un po’ di farina o di latte), mettere la massa sulla spianatoia, aggiungere l’uva sultanina (precedentemente messa in ammollo una mezz’ora in acqua tiepida e poi asciugata), impastare ulteriormente, fare dei grossi filoncini, tagliare delle fette dello spessore di 2-3 cm appiattirli con la mano unta di olio, poggiarli sulla teglia con della carta forno, coprirli e farli lievitare per almeno 3 ore, accendere il forno aspettare che raggiunga i 160-180 gradi poi infornare la teglia per 15-20 minuti.

Volendo si possono spennellare i maritozzi con latte molto zuccherato, per dargli una colorazione sul lucido. Una volta raffreddati conservarli con molta attenzione (nella carta, in una busta di plastica), per evitare che si secchino. Le dosi sono state pesate con una bilancia elettronica, quindi precise, ma così com’è, non sono molti dolci (questione di gusti), se vi piace la roba più dolce, aggiungete un altro cucchiaino di zucchero, anche due volendo, dipende tutto dalla vostra golosità. L’impasto più risulterà morbido e per più giorni resteranno morbidi, quindi cercate di farlo molto morbido, diciamo pure appiccicoso, tanto ci pensa l’olio a salvarci…

Buona preparazione e facci sapere nei commenti come ti è venuta!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*