×

Come funziona Imu terreni agricoli

download

Il pagamento della tassa Imu sui terreni agricoli rispetta le medesime regole dei fabbricati circa le modalità di versamento e le scadenze, mentre il calcolo è diverso. L’Imu deve versarsi sui terreni agricoli e le aree fabbricabili (soggette ad autorizzazione edificatoria), per mezzo della comunicazione ufficiale che il Comune invia al contribuente proprietario. Questo tributo dovrà essere pagato anche per i terreni agricoli, incolti e non coltivati posseduti e condotti da imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola (IAP) o da coltivatori diretti.

Per il calcolo si parte dalla base imponibile (il reddito dominicale prima rivalutato del 25% e poi moltiplicato per 110 o 125 a seconda del tipo di terreno). A tale base imponibile va poi applicata l’aliquota fissa dello 0,76% (è consigliabile consultare il sito del Comune dove è situato il terreno per controllare eventuali modifiche: i Comuni possono infatti modificare l’importo dell’aliquota restando nei limiti consentiti dello 0,3%).

Sono inoltre previste agevolazioni Imu per alcune tipologie di terreni.

Per quanto riguarda l’Imu sui terreni agricoli, è arrivato lo stop da parte del Tar (dopo che il Governo aveva concesso la proroga di pagamento al 26 Gennaio). Il pagamento del tributo sui terreni agricoli è quindi sospeso in attesa che il Tribunale amministrativo del Lazio si pronunci, il prossimo 21 Gennaio 2015, su richiesta dell’Anci (Associazione nazionale dei Comuni italiani).


Contatti:

Leggi anche