×

Come imparare a leggere e scrivere il cinese

default featured image 3 1200x900 768x576
read speak chinese beginners 800X8001

Il cinese possiede più madrelingua di qualsiasi altra lingua – tre volte più dell’inglese, secondo il Summer Institute for Linguistics.

Il cinese mandarino è notoriamente difficile per gli allievi occidentali poiché è una lingua tonale e ha un sistema di scrittura basato su simboli pittografici.

Istruzioni

1 Esercitarsi con i quattro toni. Il cinese è una lingua tonale e il cinese mandarino utilizza quattro toni. Il tono, nel sistema Pinyin Romanized per la scrittura del cinese, è segnato al di sopra della vocale, ma negli attuali caratteri pittografici non ci sono indicazioni tonali. Si deve memorizzare il tono associato ad ogni parola prima di poter leggere i caratteri.

Il primo tono è rappresentato da “ – “ e richiede un tono alto e uniforme. Il secondo tono è rappresentato dal simbolo “ / ” e questo tono inizia alto e sale. Il terzo tono prima si abbassa e poi cresce, come è indicato dal suo simbolo “ v ”.Il quarto tono inizia alto e poi si abbassa ed è indicato da “ “.

2 Iniziare a leggere le parole cinesi in Pinyin. “Pinyin” è il nome che indica il sistema di scrittura cinese che utilizza l’alfabeto romano.

Lo scopo principale del Pinyin è aiutare gli stranieri ad imparare la lingua ed aiutare i bambini ad imparare le pronunce corrette. Molte altre versioni occidentalizzate del cinese esistevano prima del Pinyin, ma quest’ultimo è emerso come la versione più popolare per gli stranieri così come per i cinesi.

3 Scrivere alcuni caratteri cinesi. I caratteri sono simboli pittografici che costituiscono la scrittura cinese. Ogni carattere rappresenta una singola parola o, a volte, una particella.

Un esempio di particella è la parola “ma”, che cambia un’affermazione in una domanda quando è posta alla fine della frase. I principianti dovrebbero iniziare con il Pinyin per imparare le parole del vocabolario e progressivamente passare gradualmente ai caratteri più facili, che sono quelli che richiedono 5 tratti o meno.

4 Memorizzare poche parole e frasi di base per iniziare a parlare cinese. “Ni hao” (nee how) è la frase più elementare della lingua cinese; significa “ciao” o letteralmente “tu bene”. Questa frase può essere usata ad ogni ora del giorno per saluti semplici. Un’altra parola importante è “bu” (boo), che significa ”no”. La parola per “sì” e “shi” (sicuro). “Arrivederci” si dice “zai jian” (dzi-jeeann), che letteralmente significa “vedersi ancora”.

5 Imparare i classificatori. Una delle caratteristiche che contraddistinguono la grammatica del mandarino è l’uso dei classificatori. Queste parole sono usate per indicare alcune qualità di un oggetto, come la sua forma o il tipo di contenitore in cui è inserito. Un termine equivalente in italiano è per esempio “un pacchetto” di gomme da masticare. La differenza è che il cinese richiede un classificatore diverso per ogni nome. La frase “sette bambini”, per esempio, richiede la struttura “sette (classificatore) bambini”. Sebbene nel cinese vi siano decine di differenti classificatori, la parola “ge” è il più comune classificatore.

Contents.media
Ultima ora