×

Come lavare a secco gli indumenti in casa

default featured image 3 1200x900 768x576

article page main ehow uk images a07 t0 sk make home dry cleaning kit 800x800 150x150

Quando appendi nel tuo armadio gli abiti freschi di tintoria, spesso puoi sentire aleggiare l’odore di percloroetilene, un detergente chimico comunemente usato nelle pulizie a secco.

Il percloroetilene è tossico e potrebbe causare sgradevoli effetti collaterali, secondo quanto detto dalla Environmental Protection Agency Technology Transfer Network. Invece di servirti nei lavaggi a secco commerciali ed essere soggetto a vapori tossici, usa prodotti ecologici e fai da sola in casa i lavaggi a secco.

Istruzioni

Occorrente: crusca di frumento integrale, aceto bianco, una federa, sale fino, un panno di lino, una spazzola a setole dure, terra di Fuller, un ampio asciugamano di spugna, argilla bianca in polvere, spazzola per abiti, noci di sapone biologico, scaglie di sapone neutro (alternativo), farina.

Versa qualche tazza di crusca di frumento integrale in una ciotola e, mescolando, aggiungi goccia a goccia dell’aceto bianco; continua finchè la crusca non si aggrega assumendo la consistenza di zucchero di canna. Metti la mistura in una federa e aggiungi gli indumenti da lavare. Lega la federa alla sommità e scuotila vigorosamente finchè i capi non sono puliti; l’aceto scioglierà lo sporco incorporato nel tessuto, grasso e olio, e le particelle di crusca praticheranno una gentile abrasione dislocando cellule morte e sporco superficiale.

2 Allarga le gonne e pantaloni di lana su un tavolo pulito. Cospargi gli indumenti con un sottile strato di sale fino. Avvolgi un cuscinetto con un quadrato di lino e usalo per strofinare il sale sulla stoffa con un movimento continuo verso l’orlo. Capovolgi l’indumento e ripeti l’azione; insisti specialmente su colli, polsi e aree più sporche. Appendi il capo e spazzolalo energicamente con un movimento verso il basso usando una spazzola a setole dure.
3 Impasta la terra di Fuller con acqua. Mescola la pasta attentamente e cospargila sui materiali tipo camoscio e feltro, per eliminare grasso e macchie unte. Distendi il capo all’aperto su un asciugamano, lontano dal sole diretto, e lascialo asciugare bene. Scuoti i residue di pasta essiccata e spazzola via il resto.
4 Allarga gli indumenti delicati su un asciugamano. Cospargili di gesso francese, strofinando la polvere nella stoffa, specialmente su polsi, collo e aree ombrate. Arrotola il capo nell’asciugamano e lascialo così per quattro giorni. Aprilo, scuotilo e spazzola delicatamente per rimuovere il gesso residuo.
5 Impasta l’argilla bianca in polvere con acqua . Strofina la pasta su una giacca di pelle sempre nella stessa direzione, dal basso verso l’alto, dai polsi verso le spalle. Appendi la giacca lontano dalla luce diretta del sole, finchè la pasta asciughi. Scuoti la giacca, aiutandoti con una spazzola per abiti.
6 Riempi la vasca con 15 cm. di acua fredda e aggiungi acqua calda finchè non raggiunge una temperatura di 37°. Aggiungi una manciata di noci di sapone biologico o scaglie di sapone neutro, facendoli sciogliere bene. Mettici un completo da uomo o da donna e gentilmente premi il materiale facendo uscire lo sporco senza strizzare; tiralo fuori quando è pulito. Prepara un’altra vasca di acqua a 37° e risciacqua bene premendo il tessuto senza torcerlo; ripeti con acqua pulita finchè non uscirà più acqua saponata. Distendi il completo su un asciugamano lontano dl sole.
7 Prepara una miscela con 250 grammi di farina e 150 di crusca di frumento per pulire a secco cappotti di lana scuri. Scalda la mistura in un forno, girando frequentemente per non farla bruciare. Distendi il cappotto e spargici sopra la mistura calda prima di avvolgerlo in un largo asciugamano, lascialo per 3 o 4 giorni, poi scioglilo e spazzolalo.

Suggerimenti

Appendi gli abiti freschi di lavaggio nella cabina doccia piena di vapore per rimuovere qualsiasi piega, se necessario passa il ferro da stiro a bassa temperatura.

Quando pulisci abiti di lana bianchi o chiari, invece del sale usa polvere di riso bianco, e lasciala sul capo per una notte e poi spazzola via i residui.

Non pulire i cappotti di lana chiari con la mistura di farina e crusca calda. Anche se le macchie potrebbero schiarire, sicuramente resterebbero degli aloni. Per di più permanenti, che non andrebbero via neanche portando il vapo da un professionista.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora