×

COME RAPPORTARE L’ETÁ DI UN CANE A QUELLA DELL’UOMO

default featured image 3 1200x900 768x576

4

È credenza popolare che ogni anno di un cane corrisponda a sette di un umano.

Ma il rapporto non è proprio esatto, tant’è vero che un cane di un anno è già in grado di procreare, mentre un bambino di sette sicuramente no. E come spiegarsi, se ci atteniamo a questo calcolo, l’età più avanzata mai registrata in un cane, che raggiunse i 29 anni (il che, rapportato agli umani, significherebbe 203 anni)? Facciamo un’altra considerazione: un cane di 11 anni non vi sembra molto più in forma rispetto ad un uomo di 77? Ecco perché i veterinari hanno adottato un sistema di conteggio diverso.

Vi spieghiamo in che cosa consiste.

  1. Un cane di 1 anno equivale a un umano di 15 (e non di 7, come si è sempre pensato).
  2. Un cane di 2 anni corrisponde approssimativamente a un umano di 24 ( e non di 14, come si è sempre pensato)
  3. Dai 2 anni in poi, ogni anno del cane corrisponde a quattro anni degli umani. Per esempio un cane di 3 anni equivale a un umano di 28, uno di 4 a un umano di 32, uno di cinque a un umano di 36, uno di sei a un umano di 40, e così via.
  4. Bisogna tenere in considerazione anche la taglia del cane. Infatti i cani piccoli vivono generalmente più a lungo di quelli grossi, le razze toy sono le più longeve, le razze giganti sono quelle con una aspettativa di vita minore. Ad esempio secondo il metodo illustrato sopra, un cane di piccola taglia di 6 anni equivale a un umano di 40, mentre uno di grossa taglia a un umano di 42.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora