×

Come recuperare il debito scolastico senza stress: ecco la soluzione

Dopo un anno complicato è possibile ritrovarsi, dopo gli scrutini finali, con materie da recuperare. Come evitare la bocciatura? Un modo c’è, ecco quale.

come recuperare debito scolastico

L’anno scolastico 2020-21 è stato sicuramente impegnativo, soprattutto per i continui periodi in Dad alternati a quelli in presenza. Tuttavia, nonostante l’emergenza sanitaria, il ministero dell’Istruzione ha deciso di non ammettere automaticamente gli alunni all’anno successivo. Questo vuol dire che, durante gli scrutini finali, i docenti hanno avuto la possibilità di promuovere o bocciare gli studenti e, nel caso di alunni delle scuole superiori, di rimandare il giudizio a settembre.

Quest’ultimo caso può accadere quando i professori decidono di dare la possibilità agli studenti con una o più insufficienze di recuperare le materie “critiche” con un esame di riparazione che si svolgerà prima della partenza dell’anno scolastico successivo. Novità del 2021 è che anche l’Educazione civica, qualora non sufficiente, può comportare la sospensione in giudizio, come qualsiasi altra materia. Differente è il discorso per il voto in condotta che, qualora sotto il 6, comporta automaticamente la bocciatura.

Vediamo allora come poter ottenere la promozione dopo il recupero dei debiti formativi, anche grazie all’aiuto di ripetizioni private!

Come funziona il recupero del debito formativo?

Agli studenti che, alla fine dell’anno scolastico, non fossero riusciti ad ottenere la sufficienza in una o più materie, il Consiglio di classe assegna un debito formativo per tutte quelle discipline che siano risultate al di sotto del livello di competenza richiesto per essere ammessi alla classe successiva.

In questo modo si rinvia il giudizio finale – la promozione o la bocciatura – al momento successivo l’esame di riparazione. Una volta assegnato il debito formativo, la scuola è quindi tenuta a comunicare subito alla famiglia le decisioni assunte dal Consiglio di classe, indicando le specifiche carenze rilevate in quella determinata materia, nonché i voti proposti in sede di scrutinio dai professori. Contestualmente dovranno essere comunicati gli interventi didattici (i corsi di recupero) finalizzati al recupero dei debiti formativi che la scuola deve organizzare, nonché le modalità e i tempi delle relative verifiche.

Come prepararsi per il recupero del debito formativo

Lo studente dovrà quindi studiare e dare il meglio di sé per superare l’esame di riparazione: in caso di esito positivo, infatti, verrai ammesso alla frequenza della classe successiva. Ma al contrario, in caso di esito negativo, sarà costretto a ripetere l’anno. Può farlo con l’aiuto dei corsi di recupero svolti dalla scuola, ma spesso c’è anche bisogno di uno sforzo individuale e di un po’ di studio estivo per poter superare la prova.

Il consiglio è quello di pianificare l’impegno in modo da poter ripassare l’intero programma senza però dover rinunciare completamente all’estate e alle vacanze, organizzando le settimane alternando giorni di studio e giorni di riposo. Per ottimizzare il tuo metodo di studio, inoltre, potrebbe esserti utile tener conto dei seguenti consigli:

  1. Ottenere dai professori il programma annuale delle materie in cui ci sono delle mancanze, e poi organizzare una rigorosa tabella di marcia.
  2. Se risulta difficoltoso studiare o comprendere un argomento, è possibile utilizzare appunti e sintesi, magari presi a scuola o prestati da un compagno dal buon rendimento.
  3. Se ci si accorge di fare molta fatica e di aver bisogno di molto tempo per incamerare informazioni, bisogna considerare che si tratta forse di un problema di metodo. Si può quindi provare a sperimentare utilizzando diversi sistemi (dal ripetere ad alta voce, all’utilizzare riassunti, mappe mentali e schemi) per trovare quello più adatto.
  4. Non sentirsi già sconfitti: l’umore, in questo caso, è importante. Pensare “non ce la farò mai” rende molto più difficile la concentrazione, con il risultato di perdere più tempo del normale.
  5. Se le difficoltà nello studio rimangono, si può pensare di farsi seguire e aiutare da un insegnante privato, che sarà in grado di spiegare gli argomenti più difficili e aiutare a comprenderli con maggiore facilità, magari supportando lo studente nel trovare il metodo di studio più adatto a sé.

Skuola.net | Ripetizioni, la soluzione per recuperare il debito formativo

Anche se ci auguriamo che tutti gli studenti abbiano superato l’anno scolastico con un’ottima media di voti, purtroppo per alcuni di loro potrebbe non essere andata così e, dopo gli scrutini, è iniziato l’incubo della sospensione in giudizio. Ma non tutto è perduto!

La preparazione, in questi mesi estivi, è fondamentale per salvare l’anno. Per questo è necessario dare il massimo e ricevere l’aiuto giusto da parte di chi ha esperienza e competenza: la soluzione migliore può essere quindi ricorrere ad alcune ore di ripetizioni private per fissare i concetti e ottimizzare lo studio.

Skuola.net | Ripetizioni, il primo tra i servizi online di ripetizioni e lezioni private in Italia, offre la consulenza dei migliori insegnanti privati in circolazione, anche da remoto (via Skype). La piattaforma conta ad oggi oltre 30.000 insegnanti su tutto il territorio nazionale, in oltre 1.000 materie, coprendo qualsiasi indirizzo di studio: ogni studente, quindi, potrà trovare il supporto che cerca per il recupero.

È infatti possibile trovare il Tutor perfetto tramite una semplice ricerca, con il vantaggio di poter consultare orari e disponibilità, nonché le recensioni e le opinioni di altri studenti e famiglie, sul profilo personale di ogni insegnante.

Si fa tutto tramite il sito, dalla prenotazione al pagamento. La soluzione definitiva per recuperare e ottenere la promozione!

Contents.media
Ultima ora