Come riconoscere l'allergia ai peli - Notizie.it
Come riconoscere l’allergia ai peli
Guide

Come riconoscere l’allergia ai peli

Quelle orecchiette tutte coperte di morbida pelliccia e quelle fusa dei micini sono proprio le due cose, che fanno sciogliere i nostri cuori. La maggior parte di noi si lega ai propri animali domestici, come se fossero parte della famiglia. Mentre alcuni possono accoglierli ed abbracciarli nelle loro case, per altri invece è una cosa che andrebbe evitata, poichè questi nostri cari piccoli amici possono provocare reazioni allergiche. Alcune di esse molto leggere e quasi impercettibili, ma altre, invece, piuttosto gravi. Spesso, si manifestano minuti dopo essere venuti in contatto con gli allergeni in causa.

IDENTIFICAZIONE

Ciò che non potete vedere è proprio la causa del vostro problema. Le allergie in questione sono causate da piccoli filamenti della pelle dell’animale, che sono invisibili ad occhio nudo. Questi peli degli animali domestici possono essere trovati in molti luoghi della casa, come ad esempio sugli indumenti, sui tappeti o moquette e mobili di ogno genere.

Anche l’urina dei vostri piccoli amici e la loro saliva contengono allergeni. Ovunque il vostro piccolo ospite abbia dimorato, è sicuro che abbia lasciato dei peli in giro. Potreste essere allergici ai gatti, ai topi, ai porcellini d’india, ai criceti e agli uccelli. Gli allergeni sono facilmente inalabili e rimangono nell’aria per un lungo periodo.

SIGNIFICATI

La maggior parte delle persone non sono allergiche nè ai peli, nè alle salive di questi animaletti. Quando, però, il vostro sistema immunitario comincia a sensibilizzarsi agli allergeni in questione, il nostro corpo li riconosce immediatamente ed inizia ad attacarli. Il nostro sistema immunitario rilascia l’anticorpo immunoglobuline E, anche meglio conosciuto come IGE. Ogni qualvolta, che venite a contatto con questi allergeni, il corpo innescherà la stessa reazione. Ci sono dei mastociti nel naso, bocca e gola. Questi mastociti nel naso rilasciano istamina, che è la responsabile delle reazioni allergiche .

EFFETTI

I segni tangibili, che potreste essere allergici ai vostri piccoli amici, possono essere starnutire in maniera prolungata, prurito alla gola, naso tappato che prude e che vi continua a gocciolare.

Fate attenzione, che i sintomi di una reazione allergica peggiorano ogni volta, che siete esposti agli allergeni in questione. Coloro che soffrono di asma dovrebbero fare ancora più attenzione, poichè i sintomi, che potrebbero sviluppare, potrebbero essere ancora più gravi. I pazienti asmatici possono sviluppare un peggioramento dei loro sintomi come l’ansimare, il fiato corto, quindi ridotta capacità respiratoria e tosse persistente. La relazione tra le allergie e l’asma è così stretta, che è stimato che almeno il40 percento degli asmatici siano allergici ai gatti.

PRECAUZIONI

L’esposizione costante ad un allergenico a cui si è sensibili può incrementare la vostra tendenza all’asma. L’asma è una seria patologia in cui i vostri bronchi s’infiammano e le vostre vie respiratorie si restringono. Il vostro sistema respiratorio è quello, che vi permette di apportare un flusso continuo di ossigeno nei vostri polmoni. Quando le vostre vie respiratorie iniziano ad acuire la sensibilità verso questo allergene scatenante possono iniziare ad irritarsi.

Quindi, il risultato è che meno aria sarà in grado di percorrere i tubi dei vostri bronchi. Quando questo accade inizierete a respirare affannosamente, avrete tensione al petto e difficoltà di respiro. L’asma è una malattia cronica e può peggiorare tutte le volte, che siete a contatto con il vostro amico animale. Potreste anche sviluppare un eczema, che è un’ infiammazione della pelle che causa sintomi, che includono la secchezza cutanea, il rossore, il prurito e il bruciore.

PREVENZIONI E SOLUZIONI

L’unico modo per prevenire le allergie causate dagli animali domestici è di evitare qualsiasi esposizione e contatti con essi. Questo aiuterà a diminuire la quantità dei loro peli, che risiedono nella vostra casa. Talvolta allontanare l’animale domestico, che vi causa tale allergia, non eliminerà istantaneamente la presenza dei peli o dei filamenti organici. Come è già stato sottolineato precedentemente, questi peli possono permanere in casa proprio per la loro natura di appicicarsi ad ogni cosa.

Possono passare settimane o mesi prima che la quantità dei peli sia diminuita a tal punto da fermare i vostri sintomi. Sfortunatamente, fino a quel momento, potreste ancora manifestare sintomi allergici. Nel frattempo, pulite bene la vostra casa. Prendete in considerazione di sostituire lenzuola e quant’altro, pavimentazioni, tappeti e moquettes e mobili in genere. Se questo non dovesse essere possibile, lavate tutto in maniera molto meticolosa. Evitate di passare l’aspirapolvere, perchè può solo peggiorare i sintomi allergici, dovuto al fatto, che aiuterebbe a spargere i peli nell’aria.

CONSIDERAZIONI

Alcuni amanti degli animali si rifiutano di dare via il proprio piccolo amico. Se questo è il vostro caso, allora assicuratevi di fare il bagno al vostro micio o altro animaletto ogni settimana. Vietate categoricamente al vostro piccolo amico di riposare o giocare nella vostra camera da letto, in modo da eliminare contatti, con una considerevole quantità di peli. Tenete a mente, che i peli degli animali domestici possono restare sospesi nell’aria e quindi possono essere trovati in stanze non da loro frequentate.

Se avete della moquette, sostituitela con un pavimento in legno o in linoleum. Chiedete ad un vostro caro di ripulire la loro lettiera e sabbietta. Se è possibile tenete il vostro amico animale fuori in giardino, ovviamente quando il tempo atmosferico è clemente, anche se, però, questo accorgimento non vi aiuterà molto, considerando che i peli si attaccano comunque ai vestiti ed entrerebbero, in ogni caso, sospesi nell’aria.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*