Come salvare foto scaricate da Google Immagini
Come salvare foto scaricate da Google Immagini
Scienza & Tecnologia

Come salvare foto scaricate da Google Immagini

google immagini

Grazie alla tecnologia e all'indicizzazione del materiale in rete, la ricerca delle immagini è diventata veloce ed intuitiva. Google immagini ci offre ottimi strumenti per personalizzare le nostre ricerche.

Quante volte ci è capitato di aver necessità di immagini per effettuare delle ricerche sul nostro lavoro o per motivi scolastici? Un tempo si utilizzavano le enciclopedie o comunque materiale cartaceo e si fotocopiavano le pagine volute (richiedendo i specifici permessi), ma oggi con la tecnologia e grazie a Google Immagini, possiamo disporre di un vasto parco di milioni di immagini semplicemente usando la rete, con la comodità di non muoverci da casa.

Il mondo di google

Google, sin dalla sua nascita, si è subito imposto come il colosso tra i motori di ricerca più quotati, per via della velocità nelle ricerche e per i servizi aggiuntivi legati alla piattaforma, che permettono di filtrare i contenuti necessari con una serie di utili strumenti. Ad oggi è il sito più visitato al mondo, il totalizzatore conta milioni di visite giornaliere e richieste di servizio di ogni tipo, foto, notizie, mappe, newsgroup, traduzioni, shopping, video, immagini e documenti. E’ possibile cercare testi direttamente nel formato che vogliamo, word, pdf, o in necessità anche le immagini che si trovano in rete, permettendo addirittura di personalizzare la ricerca filtrandole per dimensioni, diritti di utilizzo, etc.

Cercare immagini su Google Immagini

Google, tramite Google Immagini, permette di ricercare le immagini in modo molto semplice e veloce.

Una volta trovate le immagini ricercate, sarà possibile scaricarle sul proprio PC/Notebook o smartphone e catalogarle a nostro piacimento all’interno di cartelle o direttamente sul nostro desktop.

Scaricare immagini da Google

L’operazione di download e salvataggio sul proprio computer di immagini reperite tramite Google è tra le più elementari che il mondo del web, attualmente, mette a nostra disposizione. Tuttavia, qualcuno potrebbe non essere ancora edotto in merito al metodo per salvare le foto scaricate da Google Immagini. Oppure, più verosimilmente, non tutti conoscono le molteplici funzioni che Google mette in campo per facilitare la ricerca. Vediamone alcune insieme.La prima cosa da fare è andare nella home page di Google dal sito www.google.it. Nella homepage in alto a destra, è solitamente presente il link alla sezione “Immagini”. Se vi cliccate sopra, vi ci trovate immediatamente all’interno. Altrimenti inserite normalmente le parole della vostra ricerca nella stringa della homepage, e quando appariranno i risultati cliccate su “Immagini” appena sotto l’header. Si aprirà una paginata più o meno lunga – a seconda della “popolarità” dei criteri di ricerca inseriti – con tutte le immagini reperite da Google sul web inerenti il soggetto da voi inserito. Non solo: sotto l’header, troverete dei link a ricerche simili o correlate. Ad esempio, se digitate “cani”, nella pagina di Google Immagini troverete i link alle ricerche “Razze Cani”, “Cani dolci”, “Cani piccoli”, “Cani cuccioli”, “Cani da caccia” e altri. Sopra questi link, invece, trovate alcuni menu con degli strumenti di raffinamento della ricerca, che permettono di filtrare le immagini in base alle nostre necessità. Una volta individuata l’immagine da scaricare, e’ sufficiente cliccare sulla stessa per aprire una finestra di dialogo con tre pulsanti: “Visita la pagina”, “Visualizza immagine” e “Condividi”. Il primo vi linkerà alla pagina web in cui è contenuta la foto. Il secondo aprirà una pagina in cui viene visualizzata la sola immagine: a quel punto, basterà cliccare con il tasto destro del mouse sulla stessa immagine, selezionare “Salva immagine con nome“, individuare la destinazione sul nostro PC e salvarla. Il terzo vi permetterà di condividere la foto su Facebook, Twitter, Google Plus, oppure di inviarla via email come allegato.

Uso dei sottomenù per filtrare le immagini

Dal menù “Strumenti” è possibile accedere a dei sottomenù per filtrare le immagini a nostro piacimento ed esigenza senza dover andare a cercare l’immagine voluta in mezzo a migliaia di elementi. Tali opzioni tornano comode quando abbiamo dei limiti che vincolano la scelta della nostra imagine in base a determinate caratteristiche editoriali o tecniche. Dal menù “Dimensioni” è possibile scegliere la dimensione delle nostre foto, a seconda dell’utilizzo che dobbiamo farne (pubblicazione su web, visione in alta definizione, etc.), e sceglierle in base al “peso” in mb o alla risoluzione. L’altro menù “Colore” ci permette di scegliere se visionare le foto pubblicate a colori o in bianco e nero. Sempre dallo stesso menù è interessante la tavolozza dei colori per scegliere le foto con determinate dominanti oppure quelle trasparenti, col fondo incolore. Il menù “Tipo” permette di filtrare le immagini per la tipologia, che sia un disegno, una clip art o per “volti”, ovvero visionando solamente le immagini con il soggetto in primo piano. Nel menù “Ora” potremo scegliere le foto in base alla data di pubblicazione o secondo un intervallo di date definite. Importantissimo, specie per l’uso condiviso delle immagini, il menù “Diritti di utilizzo”, che permette di scegliere le immagini in base al tipo di licenza ed eviterà problemi di copyright (le immagini hanno, nella maggior parte dei casi, un proprietario).

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche