×

Come scattare un selfie da manuale

selfie02

Quella dell’autoscatto sembra essere una mania che ha contagiato proprio tutti. Ma non basta dire “cheese” per ottenere un risultato perfetto. C’è chi i selfie li scatta e li cancella di continuo, perché nell’autoritratto si ritrova ad avere un aspetto orribile e lineamenti distorti. Ecco cosa c’è da sapere per restare soddisfatti del vostro “selfie”.

1) Pensate a quello che fate: il selfie deve raccontare qualcosa di se stessi. Perciò, la prima cosa da tenere in mente è che non si può scattare mentre si pensa ad altro, perché l’immagine risulterà poco convincente. Indecisione e timidezza sono i peggiori nemici di una bella foto;

2) Decidete dove guardare: in questo caso la scelta è soggettiva, ma deve essere netta, perciò se si opta per un autoritratto consapevole si dovrà guardare proprio nell’obiettivo e non intorno, più in alto o più in basso.

Se invece si preferisce il ritratto inconsapevole è meglio guardare altrove senza esitazioni;

3) Fate attenzione alla luce: il soggetto deve essere sempre ben illuminato. Meglio optare per gli scatti all’aperto e nelle giornate di sole perché più è buio, più occorre un’apparecchiatura professionale. La luce migliore è quella del tramonto o dell’alba;

4) Curate l’espressione: scontate e poco naturali sono le espressioni sexy e l’inflazionata “duck face” (labbra protese come prima di schioccare un bacio). Meglio sfruttare l’ironia e le smorfie divertenti, o coprirsi in parte il volto con accessori appariscenti come maxi occhiali, una mano oppure un oggetto divertente. Inoltre, assicuratevi di non avere i muscoli del viso contratti, la fronte corrugata, gli occhi strizzati;

5) Cercate i contrasti: non ci sono colori che vengano meglio di altri, l’importante è che vi sia un contrasto tra il soggetto principale e lo sfondo, per ottenere maggiore profondità e fare risaltare il protagonista della foto;

6) Scegliete il punto di vista: chi opta per il primissimo piano deve solo ruotare il cellulare e stendere il braccio.

Non ci sono particolari regole sull’altezza giusta, poiché dipende dal risultato che si vuole ottenere;

7) Enfatizzate una caratteristica: in genere le persone che risulteranno più fotogeniche saranno quelle con particolari vistosi, come per esempio gli occhi grandi, il naso pronunciato e le labbra carnose. Per questo conviene sempre valorizzare e mostrare il lato più appariscente;

8) Mettetevi alla distanza giusta: quando si vuole fare l’autoritratto della propria figura intera è necessario sfruttare uno specchio, e si deve calcolare che il cellulare deve essere tenuto in mano a circa metà della propria altezza, con il braccio perpendicolare al busto e non più in alto o più in basso, per evitare che la figura risulti deformata. Inoltre, bisogna stare ad una distanza di almeno tre metri dallo specchio.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Leggi anche