Come si devono regolare le donne quando vanno in pensione? Piccoli passi per capire come e quando è possibile lasciare il lavoro - Notizie.it
Come si devono regolare le donne quando vanno in pensione? Piccoli passi per capire come e quando è possibile lasciare il lavoro
Economia

Come si devono regolare le donne quando vanno in pensione? Piccoli passi per capire come e quando è possibile lasciare il lavoro

Come sappiamo da tempo il Consiglio dei Ministri ha varato lo scalone per le pensioni rosa, che prevede nel giro di pochi anni, a partire dal 1° gennaio del 2012, l’innalzamento della fascia di età pensionabile per le donne, portata da 61 a 65 anni.
La norma è stata introdotta con un emendamento del governo al decreto legge n. 78/2010, insieme alla manovra correttiva 2011-2012. L’allineamento all’età di pensionamento di vecchiaia degli uomini che lavorano nella PA sarà dunque immediato, mentre alle dipendenti che matureranno il requisito dei 61 anni entro il 31 dicembre del 2011 viene garantita una clausola di salvaguardia che consente loro di chiedere una certificazione del diritto alla pensione all’amministrazione di appartenenza. La norma non concede alcuna deroga alla finestra mobile prevista nel decreto, con la conseguenza pratica che una donna che compirà 65 anni nel 2012, fatta la domanda per la pensione dovrà aspettare un altro anno per incassare il primo assegno.
Ecco i piccoli passi necessari per capire cosa è lo scalone:

Lo scalone:

Dal 1° gennaio 2012 le lavoratrici del pubblico impiego dovranno aspettare il 65esimo anno per poter andare in pensione di vecchiaia.

Il requisito del disegno di legge precedente prevedeva di aver compiuto i 61 anni, per effetto della norma varata l’anno scorso e che prevedeva l’adeguamento all’età di vecchiaia degli uomini a 65 anni con maggiore gradualità, entro il 2018

La clausola di garanzia:

Chi compie 61 anni entro il 31 dicembre 2011 potrà decidere di andare in pensione di vecchiaia. La norma prevede infatti una esplicita salvaguardia per chi matura il requisito prima dell’entrata in vigore dell’adeguamento a 65 anni.
Le dipendenti che hanno raggiunto il requisito di anzianità e di età entro il 31 dicembre 2011 possono chiedere all’amministrazione di appartenenza una certificazione formale del diritto acquisito

La finestra mobile:

L’emendamento non prevede una deroga per la cosiddetta «finestra mobile», inserita nella manovra. Le lavoratrici del pubblico impiego andranno quindi in pensione un anno dopo aver raggiunto il requisito di legge

I risparmi che permette la nuova legge:

La nuova normativa dovrebbe garantire risparmi aggiuntivi, cumulati fino al 2019, pari a 1,45 miliardi di euro

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche