Come sostituire lo zenzero in polvere con quello fresco
Come sostituire lo zenzero in polvere con quello fresco
Cucina

Come sostituire lo zenzero in polvere con quello fresco

zenzero fresco

Lo zenzero fresco è una spezia dai mille usi in cucina. Ecco come sostituirlo a quello in polvere e inserirlo in risotti, dolci e tisane contro i malanni di stagione.

Lo zenzero è una spezia che sta prendendo sempre più piede nella nostra cucina. Originario delle zone con un clima caldo tropicale, lo zenzero fresco è un toccasana per il fisico. Ha proprietà digestive, antinfiammatorie e antiossidanti ed è un buon antiemetico. Oggi il suo utilizzo spazia dai dolci ai piatti al sapore orientale, ed è anche un ottimo ingrediente per la tisana serale. Al supermercato si trova sia quello fresco in radice che quello in polvere essiccato. Come si utilizzano, dunque? Vediamolo insieme.

Zenzero fresco e zenzero in polvere

Lo zenzero aggiunge un sapore speziato molto pungente ai vostri piatti, grazie a un aroma davvero caratteristico. Il suo gusto è piuttosto piccante, con una nota che lo accomuna al limone o alla citronella. Non esagerate con le dosi, quini! Potete usare la radice di zenzero fresca o cercare lo zenzero ridotto in polvere. Attenti, però. Lo zenzero in polvere ha un sapore molto più concentrato di quello fresco e va dosato con attenzione.

Dunque, sostituite lo zenzero in polvere a quello fresco con cautela, poiché può cambiare anche di molto il sapore dei piatti. Per avere un’idea delle dosi, ecco una breve guida.

Istruzioni per usare lo zenzero fresco

Se vi sembra che acquistare lo zenzero fresco sia più comodo per dare sapore ai vostri piatti, procedete. Ricordatevi, però, che le dosi non sono da interpretare allo stesso modo. La radice di zenzero fresca ha un sapore meno pungente. Regolatevi di conseguenza. Ecco come usare lo zenzero fresco.

  • Se la vostra ricetta indica le dosi dello zenzero in polvere, dovete considerare che, usando quello fresco, dovrete abbondare. Conoscere l’esatta quantità di zenzero in polvere vi aiuterà a sostituirlo correttamente con lo zenzero fresco.
  • Rimuovete ora la buccia esterna dello zenzero fresco con un pelapatate. Sciacquate lo zenzero con acqua fredda corrente.
  • Potete ora grattugiare lo zenzero in piccole scaglie servendovi di una grattugia per il formaggio.
  • Sostituite 1/8 di cucchiaino di zenzero grattugiato con 1 cucchiaio di zenzero fresco.

    Misurate la quantità di zenzero necessaria e aggiungetelo alla ricetta.

Usi dello zenzero fresco

Lo zenzero fresco è anche molto più adatto di quello in polvere per preparare tisane salutari. Realizzarle è molto semplice. Una volta che avete grattugiato il vostro zenzero, mettetelo in un pentolino con dell’acqua e portate a ebollizione. Attenti alle dosi e al tempo di posa, una tisana allo zenzero può diventare anche parecchio piccante. Aggiungete un po’ di miele e avrete una bevanda calda perfetta per i malanni di stagione. Lo zenzero è, infatti, molto utile in caso di raffreddore, mal di gola, abbassamento di voce e in caso di cattiva digestione. Inoltre, lo zenzero fresco può essere sostituito a quello in polvere per preparare dolci, piatti di carne e risotti dal sapore orientale. Provate a inserirlo in qualche ricetta!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche