Come trattare l'IBS con i narcotici - Notizie.it
Come trattare l’IBS con i narcotici
Wellness

Come trattare l’IBS con i narcotici

La sindrome dell’intestino irritabile (IBS) è un problema digestivo che provoca crampi intestinali. Un metodo di trattamento per l’IBS è l’assunzione di sostanze stupefacenti da prescrizione. Spesso considerate come droghe ricreative, stupefacenti, come la codeina possono contribuire ad alleviare il dolore dei crampi intestinali e la diarrea staminale, e possono essere di beneficio per alcuni malati di IBS. Tuttavia, vi è un crescente corpo di evidenze che suggeriscono che i narcotici possono essere dannosi per la salute di chi ha la sindrome dell’intestino irritabile.


Istruzioni:

1. Consultate il vostro medico circa la migliore linea d’azione per il trattamento dell’IBS. I narcotici sono adatti solo per una piccola percentuale di quelli con il disturbo. La regolare assunzione con la dieta è spesso di gran lunga migliore, e libera dalla droga.

2. Prendere la dose raccomandata di sostanze stupefacenti ogni giorno. Narcotici oppiacei, come la codeina, sono più efficaci se assunti a stomaco vuoto e possono richiedere fino a un’ora per avere effetto.

3.

Utilizzare narcotici solo per brevi periodi di tempo, e fare una pausa prima di iniziare a prenderne altri. I narcotici sono assuefazione e l’uso prolungato può essere dannoso.

4. Consultare immediatamente il medico se il vostro IBS peggiora o si soffre di sintomi indesiderati durante il trattamento con stupefacenti.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche