Confindustria mette in campo i suoi progetti mentre due movimenti si affacciano sul campo - Notizie.it
Confindustria mette in campo i suoi progetti mentre due movimenti si affacciano sul campo
Palermo

Confindustria mette in campo i suoi progetti mentre due movimenti si affacciano sul campo

La mossa di Confindustria è destinata a mischiare le carte in vista delle elezioni per il prossimo anno.saf

Il cuore produttivo della città ha deciso di prendere in mano il piano regolatore e dire la sua.

La nostra città vive ormai in un cronico stato di emergenza. Per immaginare una via di uscita dal tunnel e una riapertura di spiragli di rilancio sono necessarie alcune tappe per cui occorre la proficua collaborazione e sinergia di tutte le forze istituzionali e politiche. Confindustria Palermo ritiene fondamentale che vengano avviate tutte le procedure e gli iter burocratici e amministrativi per definire e approvare una serie di norme quadro che diano le coordinate dello sviluppo.

Proprio stamattina, dopo la “preview” con i progetti avveniristici per Piazza Castelnuovo, Confindustria lancia un messaggio chiaro ai politici che corrono verso Palazzo delle Aquile. Gli imprenditori vogliono dire la loro e tornare a contare, occorre capire chi intende dargli voce.
Sul tavolo hanno messo 4 progetti:

  • la riqualificazione del porto con un nuovo piano regolatore ed il cosiddetto “waterfront”, cioè il biglietto da visita della città per chi approda dal mare.
  • un nuovo piano che regolamenti le affissioni pubblicitarie in città
  • un organico piano del traffico
  • un progetto di finanziamento per la creazione di nuovi loculi nel popoloso cimitero di Ciaculli

Sulla stessa riga, con un progetto forse ancora più ambizioso, si muove l’associazione Palermo in Comuneasf che come battesimo politico avvia il programma per lanciare le sette virtù della Palermo del futuro:

  1. rafforzamento del decentramento amministrativo
  2. miglioramento della viabilità e del trasporto pubblico
  3. realizzazione di un’effettiva ed efficace raccolta differenziata dei rifiuti
  4. sistemazione definitiva della rete fognaria
  5. riqualificazione,nei vari quartieri,delle aree abbandonate ed utilizzate come discariche
  6. riqualificazione del tratto urbano del fiume Oreto
  7. promozione di una campagna di sensibilizzazione alla legalità nelle scuole

Uno degli obiettivi principali è quello di cancellare le circoscrizioni attuali e diversificare i servizi con la creazione al massimo di quattro municipalità http://palermocittaincomune.wordpress.com/2011/11/11/piu-forza-al-decentramento-per-servizi-migliori-nei-quartieri/ in grado di svolgere i servizi essenziali e snellire la macchina burocratica.

Il Movimento Cinque Stelle lancia la sua campagna elettorale con un annuncio riguardo le rinunce che la casta politica dovrebbe considerare

sicuramente diminuire del 20% il gettone per poi stare in aula 5 minuti non ci sembra molto corretto”. Riepiloghiamo allora qui le nostre proposte per permettere che ci vengano copiate meglio:
– Gettone di presenza per consiglio comunale e commissione ottenuto solo al raggiungimento del 85% di presenza dell’ intera durata della seduta e nessun gettone per le sedute di mero rinvio.
– Eliminazione del doppio gettone nella stessa giornata.
– Adeguamento del tetto massimo mensile a quello presente a livello nazionale pari a 1500€ mensili (anziché i 3000€ attuali).
– Cancellazione dei rimborsi spese di viaggio per residenti fuori Palermo

In chiusura si segnala la posizione di Obiettivo Cambiamento, che propone un’alleanza elettorale a tutti i movimenti anti-casta composti da non professionisti della politica ma che intendono partecipare alla corsa elettorale.

Ecco il comunicato ufficiale:

In particolare ci rivolgiamo al Movimento per la gente di Maurizio Zamparini, a Tommaso Dragotto di Impresa Palermo ed al Generale Pappalardo del Movimento Italia Unita Federale – Il melograno; il nostro messaggio è di unirci per formare una seria coalizione che a Palermo, in tutta la Sicilia e perchè no, anche in Italia, possa dare fastidio alla partitocrazia. Le carte in tavola ci sono, i requisiti di base anche, bisogna vedere se c’è la volontà di farlo. L’invito è chiaramente esteso a tutte le associazioni – movimenti che si definiscono anti-casta, come ad esempio a Noi Consumatori Palermo, ad Insorgenza Civile, etc.
Mettiamoci in gioco, incontriamoci, confrontiamoci e se possibile uniamoci contro l’unico grande nemico degli italiani: la casta

Abbonati a Palermo.Notizie.it è gratuito!

© Riproduzione riservata

1 Trackback & Pingback

  1. Confindustria mette in campo i suoi progetti mentre due movimenti si affacciano sul campo — Notizie.it | La Macchia 1986

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Francesco Quartararo 665 Articoli
Dottore in Giornalismo per uffici stampa, blogger dal 2005, a breve giornalista pubblicista, si interessa di tutto. Ma anche di più. Lo trovate sempre in giro per Palermo.