Consigli su come fare un Curriculum Vitae efficace
Consigli su come fare un curriculum efficace
Lavoro

Consigli su come fare un curriculum efficace

Curriculum Vitae formato europeo
Curriculum Vitae formato europeo

Compilare un Curriculum Vitae efficace è fondamentale per emergere nella dura concorrenza nel mercato del lavoro; ecco dei consigli per creare il giusto documento.

In un mercato del lavoro sempre più asfittico e pieno di concorrenza, in cui le opportunità scarseggiano, diventa difficile emergere e farsi notare. Per ciò assume un’importanza fondamentale il proprio Curriculum Vitae, lo strumento fondamentale che deve essere in grado di raccontare noi stessi, e farlo in tempi relativamente brevi. Chi analizza i curricula arrivati infatti non li legge sempre nei minimi dettagli, perché sa già dove trovare le informazioni che più interessano. Per questo è consigliabile trovare un modello di Curriculum già compilato, dove inserire i nostri dati; meglio ancora se in formato Europeo, che già ci porrà in un’aurea di competenza.

E’ difficile racchiudere l’essenza di una persona in qualche pagina, lo sappiamo bene. Per questo il primo consiglio è di redigere un curriculum che si adatti all’offerta di lavoro che ci interessa.

Se ci stiamo candidando presso un importante azienda di moda possiamo anche omettere per esempio i tre mesi da cameriere che abbiamo fatto qualche estate fa, e concentrare l’attenzione sulla nostra formazione, e le nostre capacità.

Per questo consigliamo di inserire, subito sotto i dati anagrafici, le esperienze lavorative più recenti e affini alla tipologia di lavoro che stiamo cercando.
Riguardo i nostri dati, dovremmo inserirli in maniera completa, senza omissioni cruciali. Importante anche inserire una nostra fotografia, per fornire un volto da far imprimere nella mente di chi leggerà il nostro Curriculum.
Riguardo le esperienze lavorative, è consigliabile inserire quelle più durature, o significative per noi, specificandone la durata, e chiarendo le mansioni che abbiamo svolto.
Successivamente andremo inserire la nostra formazione, partendo dal titolo di studio più recente, o importante per noi. Dunque lauree, master e corsi di specializzazione in prima fila, se ne siamo in possesso.
Altre informazioni da aggiungere assolutamente sono quelle relative alle nostre competenze linguistiche ed informatiche, da specificare con esattezza.

Meglio essere onesti, specialmente riguardo la conoscenza delle lingue straniere, elemento quasi imprescindibile nell’odierno mercato del lavoro.
Infine si può dar spazio alle nostre capacità e competenze organizzative, relazionali e magari anche artistiche.
Sarà utile specificare anche se siamo in possesso o meno di patenti, e se abbiamo un mezzo per spostarsi a nostra disposizione.

Lo stile deve essere sobrio, breve e conciso. Meglio evitare frasi troppo lunghe, o biografie fin troppo articolate della nostra vita. Un buon Curriculum come abbiamo visto deve essere schematico e pragmatico, pulito e ordinato.

Nella lettera di presentazione si può essere invece più discorsivi e raccontare maggiormente se stessi; a patto di fornire indicazioni e atteggiamenti che risultino comunque utili a chi riceverà il nostro Curriculum Vitae. Sarà utile specificare perché ci stiamo candidando proprio a quella offerta, e perché ci piacerebbe essere assunti per tale azienda. Mostrarsi competenti è fondamentale, per non dare l’idea di persone che si candidano a caso sparando sul mucchio delle offerte reperibili.

Si può dare sfogo alle proprie aspirazioni dunque, ma tenendo sempre a mente che ci stiamo rivolgendo a datori di lavoro.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche