×

Consulente del Governo dopo l’attentato di Oslo:«La violenza dell’attentato chiaro segnale politico di Al Qaeda».Cambi mestiere

default featured image 3 1200x900 768x576
norvegia morti attentato Oslo 478x320

Mi era sfuggita l’intervista rilasciata a “Il Mattino” dal professor Marco Giaconi, consulente di geopolitica della Presidenza del Consiglio e direttore di ricerca del centro militare studi strategici. É chiaro che l’intervista è stata rilasciata frettolosamente dal professore prima che si sapesse la verità sui fatti di Oslo. Sarebbe buona norma parlare dopo che si abbiano sufficienti elementi, altrimenti si rischiano pessime figure. Qualcuno potrebbe dire che parlare dopo è facile.

É vero. É altrettanto vero però, che parlare dopo che si conoscano i fatti è segno d’intelligenza, oltre che di rigore scientifico. Giaconi dice:”É il promo biglietto da visita che presenta la nuova Al Qaeda dopo la morte di Bin Laden. La violenza stessa degli attentati è un CHIARO (ma dove? ndr) segnale politico dell’organizzazione dove ora al potere è Al Zahawiri.” Sempre secondo l’esperto nel biglietto da visita c’è scritto che Al Qaeda opererà per chiudere la partita militare Afghana”.

Giaconi tira in ballo anche Gheddafi e le “terribili” conseguenze per l’Italia. É “interessante” poi la spiegazione di Giaconi sul perchè della scelta della Norvegia come obbiettivo:” É una scelta simbolica, propagandistica di un’organizzazione che per le grandi operazioni, sceglie obiettivi nel piu praticabile teatro europeo”. Altra illuminante spiegazione di Giaconi sulla scelta della Norvegia è l’accordo ad Oslo tra Israele e OLP sulla Palestina. Ultima perla di Giaconi: l’attacco alla Norvegia ha avuto come scopo la destabilizzazione dell’economia europea perchè il paese scandinavo estrae petrolio dai mari del nord.

Insomma il professore ha toppato in pieno e se questi sono i nostri esperti in terrorismo allora i terroristi possono stare tranquilli.

Vincenzo Borriello Scrittore

Contents.media
Ultima ora