×

Consulta: Coraggio, 'in assenza riferimenti normativi, privilegiato intervento legislatore'

default featured image 3 1200x900 768x576

Roma, 13 mag. (Adnkronos) – – "In mancanza di punti di riferimento normativi e in presenza di interventi complessi e articolati, la Corte si è sentita obbligata a privilegiare il naturale intervento del legislatore, ricorrendo alla tecnica processuale della incostituzionalità “prospettata”: all’accertamento della contrarietà a Costituzione della norma censurata fa seguito non già la contestuale declaratoria di illegittimità costituzionale ma il rinvio a una nuova udienza per l’esame del merito, dando tempo così al legislatore di disciplinare la materia".

Lo ha dichiarato il presidente della Corte Costituzionale Giancarlo Coraggio, durante la riunione straordinaria per la presentazione della relazione sugli indirizzi della Corte nel 2020 indicando "il caso dell’aiuto al suicidio (ordinanza n. 207 del 2018 e successiva sentenza n. 242 del 2019), con l’ordinanza n. 12 132, resa nel giudizio incidentale sulle norme che prevedono la pena della reclusione per il reato di diffamazione commessa a mezzo della stampa con attribuzione di un fatto determinato".

Contents.media
Ultima ora