Convegno sul Nuovo Contratto Collettivo Nazionale del Terziario - Notizie.it
Convegno sul Nuovo Contratto Collettivo Nazionale del Terziario
Bologna

Convegno sul Nuovo Contratto Collettivo Nazionale del Terziario


Il Convegno organizzato da Confcommercio Ascom Bologna e dell’Emilia- Romagna presso il Centro Congressi di Italia 7 Gold per l’accordo di rinnovo del contratto collettivo nazionale del terziario, danno il via a un nuovo corso delle relazioni sindacali.

Ugo Margini, Presidente di Confcommercio – Imprese per l’Italia dell’Emilia Romagna, ha rilevato, fra i tanti aspetti di novità del nuovo contratto, la grande attenzione al tema della competitività delle imprese, fondamentale sempre ma ancora di più in questo momento in cui occorre cogliere i pur deboli segnali di ripresa del commercio e del terziario.

E’ un contratto che segna una svolta decisiva – ha sottolineato Giancarlo Tonelli Direttore Generale Confcommercio Ascom Bologna – nella storia delle relazioni sindacali del settore e ci pone all’avanguardia nel panorama della contrattazione collettiva in quanto contiene soluzioni innovative che, in un contesto economico come quello attuale, consentiranno alle aziende di operare con maggiore produttività ed efficienza.

Ridurre la forbice tra ore lavorate e ore retribuite, incrementare la produttività, semplificare il contratto, sviluppare il welfare contrattuale e la bilateralità, ridimensionare alcune tutele su cui si sono sviluppate forme di abuso sono gli obiettivi principali che abbiamo posto sul tavolo e hanno orientato l’intera trattativa del rinnovo – ha ribadito Francesco Rivolta Direttore Generale Confcommercio Imprese per l’Italia e Presidente della Commissione Sindacale Confederale.

Un sindacato dei datori di lavoro è tanto più forte quanto più risponde alle esigenze delle imprese che rappresenta: questa è la nostra missione e con questo fine operiamo all’interno degli enti bilaterali e abbiamo partecipato alla trattativa per il rinnovo del contratto collettivo nazionale raggiungendo un accordo che supera i vecchi schemi sindacali, coniuga le esigenze di flessibilità e competitività delle imprese della distribuzione con quelle dei consumatori e dei lavoratori e getta le basi per una nuova fase delle relazioni sindacali in cui aziende e lavoratori potranno condividere obiettivi comuni di crescita e di competitività del settore – ha evidenziato Enrico Postacchini Presidente Confcommercio Ascom Bologna concludendo l’incontro.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*