×

Cooperazione: Emergency, 'non c'è pace senza rispetto dignità e diritti'

default featured image 3 1200x900 768x576

Roma, 23 giu. (Adnkronos) – “Scuole e ospedali diventano addirittura un target durante le guerre, nell’impunità più assoluta. Questo non rende possibile la continuità del nostro lavoro nelle aree di crisi per garantire sia la sopravvivenza che la prospettiva di vita e di futuro per queste persone.

La comunità internazionale ha abbandonato l’Afghanistan ancora prima degli eserciti, dando un senso di smarrimento alle comunità locali”. Lo ha detto la presidente di Emergency, Rossella Miccio, intervenendo alla 2° Conferenza Nazionale della Cooperazione allo Sviluppo Coopera 2022 in corso a Roma.

“La Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo – ha aggiunto – riconosce l’uguaglianza dei diritti e della dignità e quando questi diritti non vengono rispettati non può esserci la pace. Siamo partner per guardare a un obiettivo comune, siamo riusciti a rimanere in Afghanistan, anche ampliando le nostre attività, aprendo anche delle scuole di specializzazione mediche, come quella di anestesia”.

“I conflitti sono aumentati – ha afatto notare la presidente di Emergency – e anche le spese militari, negli ultimi 20 anni del 150 per cento. Dovremmo arrivare già domani allo obbiettivo dello 0,70, gli attori ci sono, da quelli istituzionali a quelli della società civile, per cambiare strada”.

Contents.media
Ultima ora