> > Cop27 in Egitto, Biden: “Mi scuso per il ritiro degli Usa dagli accordi sul...

Cop27 in Egitto, Biden: “Mi scuso per il ritiro degli Usa dagli accordi sul clima. Obiettivi più ambiziosi”

cop27 in Egitto biden

Biden è intervenuto alla Cop27 in Egitto scusandosi le scelte sul clima operate dall’amministrazione Trump e ribadendo l’impegno degli Usa sul tema.

Il presidente americano Joe Biden è intervenuto alla Cop27 in Egitto.

In questo contesto, si è scusato per la decisione dell’amministrazione Trump di ritirare gli Usa dagli accordi di Parigi e ha annunciato che Washington è più ambiziosa e determinata che mai a lottare contro il cambiamento climatico.

Cop27 in Egitto, Biden: “Mi scuso per il ritiro degli Usa dagli accordi sul clima. Ora i nostri obiettivi sono più ambiziosi”

Il presidente degli Stati Uniti d’America, Joe Biden, ha fatto ammenda per le decisioni prese dal suo predecessore Donald Trump in materia ambientale.

Intervenendo alla Cop27 in Egitto nella giornata di venerdì 11 novembre, l’inquilino della Casa Bianca ha dichiarato: “Mi scuso per il ritiro degli Stati Uniti dagli accordi di Parigi, ma ora i nostri obiettivi sono più ambiziosi”.

Con queste parole ha voluto sottolineare come uno dei primi atti della sua amministrazione sia stato far rientrare gli Stati Uniti negli accordi sul clima, invertendo la rotta tracciata dall’amministrazione Trump.

“Gli Stati Uniti rispetteranno i limiti delle emissioni entro il 2030″, ha ribadito il presidente americano alludendo alla firma della legge nota come Inflation Riduction Act che prevede i più consistenti investimenti sinora annunciati negli Stati Uniti per contrastare la crisi climatica.

Crisi che, come sottolineato dallo stesso Biden, “interessa la sicurezza umana, economica, ambientale e la sicurezza nazionale e la stessa vita del pianeta”.

Le misure previste con l’Inflation Reduction Act negli Usa

In occasione del suo intervento alla Cop 27 in Egitto, il leader americano ha elencato i passi che consentiranno di favorire la crescita economica sostenibile a livello globale, asserendo che “una buona politica ambientale è una buona politica economica”.

Il presidente Usa, inoltre, ha precisato che, tramite l’Inflation Reduction Act, sono stati stanziati 370 miliardi di dollari da investire in energia pulita. Ha, poi, celebrato la sua capacità di riportare gli Usa a ergersi a modello e assumere il ruolo di Paese leader nell’ambito della lotta ai cambiamenti climatici. “Io sono arrivato alla presidenza determinato a fare i cambiamenti necessari per l’America e il resto del mondo per superare decenni di opposizione ed ostacoli ai progressi su questa questione per ristabilire gli Stati Uniti come affidabile ed impegnato leader globale sul clima”, ha dichiarato l’inquilino della Casa Bianca.

Durante il suo discorso, Biden ha anche dettagliato le nuove regole che i contractor federali hanno il compito di rispettare per la riduzione delle loro emissioni. In questo modo, puntando sugli appalti pubblici, si tenta di sensibilizzare il settore privato sulla lotta al cambiamento climatico.

Infine, il presidente americano ha asserito che la sua amministrazione è pronta a varare nuove regole per ridurre le emissioni super inquinanti di gas metano. Nello specifico, l’obiettivo consiste nel riuscire ad abbatterle dell’87% rispetto ai livelli del 2005.

“Per abbassare in modo permanente la curva delle emissioni, ogni nazione deve fare la sua parte in questa conferenza dobbiamo rinnovare e rilanciare i nostri impegni, gli Usa stanno agendo, tutti devono agire, è un dovere ed una responsabilità della leadership globale“, ha spiegato Biden.

Dopo la Cop27, Biden incontra il presidente dell’Egitto

A margine del suo intervento alla Cop27 in Egitto, il leader a stelle e strisce ha avuto un colloquio con il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi per discutere di una “serie di questioni bilaterali e continuare il nostro dialogo sui diritti umani”. In questo contesto, al-Sis ha rivendicato, facendo sostanzialmente riferimento ai media stranieri, di avere sui diritti umani “un approccio comprensivo”, con una “strategia nazionale”, ma ha anche detto di essere “desideroso di migliorare”.

Durante l’incontro, Biden ha ringraziato al-Sisi per aver ospitato la “Cop27 in una regione che per lungo tempo è stata chiamata la culla del mondo” e ha ribadito al “forte partnership” tra Usa ed Egitto, lodando il ruolo di mediazione degli egiziani per Gaza e il modo in cui “di fronte alla guerra della Russia in Ucraina, l’Egitto abbia parlato con forza all’Onu”.

Il leader egiziano, ancora, facendo eco alla sua controparte americana, ha descritto il confronto come “una grande opportunità per rafforzare la relazione strategica tra i nostri due Paesi”.