×

Copasir, Raffaele Volpi si dimette da presidente: lasciano anche gli altri leghisti

Il presidente del Copasir Raffaele Volpi (Lega) ha rassegnato le proprie dimissioni dall’incarico: allo stesso modo, si sono dimessi anche altri leghisti.

Copasir

Il leghista Raffaele Volpi ha rassegnato le proprie dimissioni dalla carica di presidente del Copasir, l’organo bicamerale di controllo parlamentare composto da 5 senatori e 5 deputati volto a garantire la rappresentanza paritaria di opposizioni e maggioranza. Le dimissioni del presidente Volpi sono state affiancate anche da quelle del compagno di partito Paolo Arrigoni.

Copasir, Raffaele Volpi si dimette da presidente: lasciano anche gli altri legisti

La decisione dell’ex presidente del Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica (Copasir), Raffaele Volpi, è scaturita in seguito a un lungo periodo vissuto all’insegna di aspre tensioni con il partito di Giorgia Meloni, Fratelli d’Italia, che per legge rivendica la carica assegnata al leghista.

Raffaele Volpi, infatti, detiene l’incarico dal 9 ottobre del 2019, ossia dalla formazione del Governo Conte bis, nato in seguito all’accordo raggiunto tra il Movimento 5 Stelle il Partito Democratico.

In seguito al giuramento del Governo Draghi, quindi, non soltanto FdI ma anche personaggi come i presidenti di Camera e Senato e altri leader dei partiti italiani come il segretario del PD Enrico Letta e il leader in pectore del M5S Giuseppe Conte hanno ripetutamente sollecitato un ricambio delle figure poste ai vertici del Copasir.

Le dimissioni attualmente rassegnate da Volpi e Arrigoni erano state recentemente precedute da quelle dell’esponente di Forza Italia, Elio Vito.

Copasir, Raffaele Volpi si dimette da presidente: le nuove elezioni

L’allontanamento dal Copasir dei due politici leghisti impegnerà, nel prossimo futuro, i presidenti della Camera e del Senato, Fico e Casellati, che dovranno proporre tre figure alle quali assegnare i posti rimasti vacanti. Dopo aver scelto i candidati, il vicepresidente del Copasir e membro di FdI Adolfo Urso provvederà ad allestire il seggio per l’elezione del nuovo presidente dell’organo bicamerale.

In questo contesto, la Lega ha già opposto svariate resistenze a una simile procedura richiedendo l’applicazione integrale della legge 124 del 2007 che consiste nel prevedere “l’assegnazione all’opposizione di 5 componenti su 10 tra cui poter scegliere l’eventuale presidente”.

Una simile richiesta sarebbe stata avanzata dal partito di Matteo Salvini per scoraggiare l’elezione del vicepresidenteUrso, inviso non soltanto alla Lega ma anche agli altri partiti di maggioranza.

Copasir, Raffaele Volpi si dimette da presidente: l’annuncio

L’annuncio relativo alle dimissioni di Raffaele Volpi è stato diramato nella mattinata di giovedì 20 maggio da Federica Dieni, Maurizio Cattoi e Francesco Castiello, del M5S, ed Enrico Borghi, del PD.

A questo proposito, il gruppo di politici ha diramato una nota ufficiale attraverso la quale hanno sottolineato che, prima di lasciare “nel pieno rispetto delle prerogative istituzionali, e al fine di adempiere ai disposti normativi che stabiliscono le funzioni del Copasir, abbiamo votato la delibera adottata dall’Ufficio di presidenza in ordine all’attivazione di quanto stabilito dall’articolo 34 della legge 124/2007”.

Contents.media
Ultima ora