×

Coprifuoco alle 23 o mezzanotte, Locatelli: “Scelta del governo, ma è presto per abbracciarsi”

Per Franco Locatelli l'idea di spostare il coprifuoco alle 23 o a mezzanotte è una scelta politica, ma attuabile.

coprifuoco mezzanotte locatelli

Franco Locatelli dice il suo sì sulla possibilità di posticipare il coprifuoco alle 23 o a mezzanotte. Il presidente del Consiglio superiore di sanità lo afferma convintamento ma ammette che sarà una decisione politica da prendere e che dipenderà anche dai numeri settimanali.

Coprifuoco posticipato alle 23 o a mezzanotte: Locatelli dice Sì

L’annosa questione del coprifuoco sta tenendo banco nel Governo da diverso tempo. Dopo le graduali riaperture di fine aprile, l’indice di contagio sta migliorando e questo potrebbe portare anche a un possibile allungamento dell’orario di libertà di movimento che ad oggi è fissato alle ore 22.

L’idea pare sia quella di posticipare il coprifuoco alle 23 o a mezzanotte.

Intervenuto nel programma di Rai 3, Agorà, Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità, ha affermato il suo favore nei confronti di questa scelta. Ma ha sottolineato come questa soluzione sia da prendere a livello politico. “Credo che ci sia il margine per uno slittamento dell’orario di restrizione dei movimenti più in là“. La scelta, rimane dunque nella mani del governo per capire se sia più corretto spostare l’orario alle 23 o a mezzanotte.

Locatelli: coprifuoco spostato a mezzanotte in favore della riapertura dei ristoranti

Lo slittamento del coprifuoco porterebbe di certo un maggior servizio per ristoranti e altri locali che in questo momento sono costretti a concentrare le cene all’interno delle ore 22, perdendo, di fatto, fatturato.

Per Locatelli, anche le eventuali riaperture dei ristoranti al chiuso e l’apertura dei centri commerciali nel fine settimana, che la Lega chiede a gran voce, rimangono scelte che spettano al Governo centrale. “È chiaro che più riusciamo a mantenere sotto controllo la situazione più esistono margini per considerare riaperture” – ha sottolineato il presidente.

Coprifuoco a mezzanotte e possibilità di togliere le mascherine e abbracciarsi: Locatelli frena

È di questi giorni la notizia data dal sottosegretario al ministero della Salute, Pierpaolo Sileri, secondo cui, giunti alla soglia delle 30 milioni di dosi di vaccino somministrate, si potrebbe addirittura evitare l’uso delle mascherine.

Contrario, al momento, Locatelli che ribadisce: “Meglio continuare a metterle per ora, poi quando arriverà il momento ci emanciperemo anche dalle mascherine“. E riguardo alla possibilità di tornare presto ad abbracciarci afferma: ” Potremo tornare a farlo quando avremo percentuali più alte di vaccinati, fino a oggi il 28% della popolazione italiana ha ricevuto almeno una dose, e quando avremo una circolazione più ridotta del virus“.

Contents.media
Ultima ora