×

Coprifuoco e mascherine all’aperto, in quali Regioni tornano le restrizioni anti-Covid?

Regioni e comuni pronti a introdurre nuove restrizioni per contenere la diffusione del Covid-19, soprattutto in vista delle festività natalizie.

coprifuoco mascherine aperto Regioni

Il Governo è al lavoro sul super green pass in zona bianca, organizzando un nuovo piano per contenere la diffusione del virus. Il Vecchio Continente affronta una brusca risalita dei contagi, con ospedali sotto stress in diversi Paesi. L’emergenza sanitaria, dopo le difficoltà incontrate dal Regno Unito, fa paura in Germania, Olanda e nell’Est Europa.

Sebbene la situazione appaia al momento meno critica rispetto al resto del continente, anche in Italia i numeri sono in rialzo. Cresce il tasso di positività e i posti letto occupati da pazienti positivi al Covid-19 sono in aumento sia nei reparti ordinari sia nelle terapie intensive. Così molte Regioni corrono ai ripari introducendo nuove restrizioni, in particolare obbligo di mascherina all’aperto e coprifuoco. Quali sono le zone interessate?

Coprifuoco e mascherine all’aperto, in quali Regioni arriveranno nuove restrizioni?

Preoccupa l’andamento epidemico in Alto Adige, dove i contagi crescono notevolmente. Il governatore Arno Kompatscher ha disposto la chiusura di discoteche, sale da ballo, teatri e cinema. Bar e ristoranti devono chiudere alle 18. Torna il coprifuoco dalle 20 alle 5 del mattino. In tutta la provincia, ci sono 20 comuni in zona rossa, dove sarà necessario indossare le mascherine Ffp2 per entrare nei negozi. Con le nuove limitazioni si vogliono impedire chiusure più generalizzate che potrebbero danneggiare il turismo e il commercio nella zona, in particolare in vista delle festività natalizie.

Il governatore della Sicilia, Nello Musumeci, ha firmato una nuova ordinanza che dispone l’obbligo di mascherina anche all’aperto in luoghi affollati. La misura è valida per tutti gli over 12, dal 18 novembre al 31 dicembre. Sull’isola nuove strette sui tamponi. I test in porti e aeroporti sono obbligatori per chi viene da Germania e Regno Unito.

Stesse misure erano già previste per gli arrivi da Stati Uniti, Malta, Portogallo, Spagna, Francia, Grecia e Olanda.

Coprifuoco e mascherine all’aperto, nuove limitazioni in alcune Regioni: in Valle d’Aosta annullate le visite nelle Rsa

Tra le restrizioni anti-Covid introdotte da alcune Regioni, la Valle d’Aosta ha nuovamente sospeso gli ingressi a persone esterne nelle strutture residenziali socio-sanitarie e socio-assistenziali pubbliche, private e convenzionate.

Dovrà comunque essere garantito il contatto tra gli ospiti della struttura e i propri cari, attraverso videochiamate e altri mezzi di comunicazione, almeno due volte a settimana.

Coprifuoco e mascherine all’aperto, nuove limitazioni in alcune Regioni e comuni

Non solo le Regioni: diversi comuni italiani hanno imposto nuove restrizioni a cittadini e visitatori per contenere la diffusione del virus. In particolare, il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, firmerà un’ordinanza per garantire ingressi contingentati nelle strade dei Decumani, almeno nel periodo natalizio.

A Venezia Luigi Brugnaro ha disposto l’obbligo di mascherina all’aperto nelle vie del centro storico, in particolare in caso di fiere, mercatini ed eventi natalizi.

Decisione analoga a Padova, dove le mascherine saranno obbligatorie in tutto il centro storico dal 26 novembre al 31 dicembre, come stabilito dal sindaco Sergio Giordani.

Contents.media
Ultima ora