×

Coronavirus, il bilancio del 13 luglio 2021: 1.534 nuovi casi e 20 morti in più

È stato pubblicato il bilancio di martedì 13 luglio 2021 in merito ai nuovi casi di Coronavirus accertati in Italia: tutti i dati.

Bilancio Coronavirus 13 luglio 2021

Il ministero della Salute, insieme all’Istituto Superiore di Sanità (Iss) e alle regioni, ha diffuso il bilancio dei casi di Covid-19 aggiornato a martedì 13 luglio 2021. I numeri parlano di 1.534 nuovi positivi e di altre 20 persone che hanno perso la vita.

Bilancio Coronavirus martedì 13 luglio 2021, i dati

Il numero di guariti nelle ultime 24 ore è di 1.287, il tasso di positività tocca quota 0,8% (-0,4% rispetto al giorno precedente). Si registrano meno un ricoverato in terapia intensiva e meno 21 nei reparti ordinari. I tamponi effettuati sono 192.543.

Le due regioni con il più alto tasso di contagi sono il Veneto (254) e la Lombardia.

Quelle che invece fanno registrare meno casi sono Basilicata (3) e Valle D’Aosta (1). Non si segnala alcun caso di Covid-19 invece in Molise.

Bilancio Coroanvirus martedì 13 luglio 2021, il confronto i numeri del giorno precedente

Sono invece 1.529 le persone guarite dal Coronavirus registrate nella giornata di lunedì 12 luglio 2021. Calo delle persone in terapia intensiva (-3), tasso di positività è di 1,2%: ci sono stati anche +15 ricoverati in reparto.

I tamponi effettuati sono stati 73.571.

La regione che ha fatto registrare il maggiore numero di casi lunedì 12 luglio 2021 è stato il Lazio con 172 nuovi positivi, il minor numero riguarda quattro regioni che hanno conteggiato zero casi nelle precedenti 24 ore: si tratta di Abruzzo, Basilicata, Provincia di Bolzano e Valle d’Aosta.

Bilancio Coronavirus martedì 13 luglio 2021, come procede la campagna vaccinale

Il ministero della Salute ha aggiornato i dati della campagna vaccinale al 13 luglio 2021 (ore 6).

Sono state effettuate 58.213.710 somministrazioni, 24.310.848 persone hanno invece completato il ciclo vaccinale con la doppia dose o con il monodose. In Italia al momento sono stati somministrate il 91,5% delle dosi a disposizione (58.213.710 su 63.606.817).

Le regioni con le percentuali più alte nel rapporto tra dosi somministrate e dosi consegnate sono Lombardia (94,5%) e Lazio (93,4%). La prima ha somministrato 10.330.591 dosi su 10.9350599 a disposizione, la seconda invece 5.941.761 su 6.360.606 consegnate. Le regioni invece con le percentuali più basse sono Calabria (86,1%) e Liguria (87,7%). Nella prima 1.671.450 dosi somministrate su 1.940.885 consegnate, nel secondo caso 1.469.094 su 1.675.935.

Bilancio Coronavirus martedì 13 luglio 2021, pericolo variante Delta

Nel frattempo l’aumento della circolazione della variante Delta e i nuovi focolai insorti potrebbero causare l’addio alla zona bianca da parte di almeno cinque regioni. Nel giro di alcune settimana l’ipotesi potrebbe essere quella di un ritorno alla zona gialla. La mutazione indiana del virus fa ormai parte del 30% dei nuovi casi di Covid-19 accertati. Il rischio è che entro un mese alcune parti d’Italia potrebbero retrocedere alle fasce più restrittive a causa dell’incidenza dei casi ogni 100mila abitanti.

Superare quota 50 casi su 100mila abitanti equivarrebbe all’addio zona bianca e all’ingresso nella zona gialla, con tutte le conseguenze del caso in termini anche di chiusure anticipate, coprifuoco e attività da chiudere nuovamente. Sono attualmente a rischio Abruzzo, Campania, Marche, Sicilia e Veneto: la situazione potrebbe cambiare nel giro di qualche settimana.

Contents.media
Ultima ora