×

Coronavirus, in Piemonte scattano le nuove regole per la quarantena: quali sono?

Coronavirus, in Piemonte nuove regole per la quarantena. La fine dell'isolamento arriva via sms sul cellulare, debutta il sistema automatizzato.

Piemonte, nuove regole per la quarantena da Coronavirus

Coronavirus, in Piemonte scattano le nuove regole per la quarantena: quali sono. A ieri, 16 gennaio 2022, i casi di contagio totali sono 8.857 pari al 14,8% dei 60 mila tamponi eseguiti, registrando i primi accenni di rallentamento nella curva pandemica.

Coronavirus, in Piemonte nuove regole per la quarantena

Da oggi, 17 gennaio 2022, in Piemonte entrano in vigore le nuove regole per la quarantena. La procedura si fa molto più digitale: i positivi e loro contatti stretti riceveranno un sms che li avviserà dell’inizio e della fine del provvedimento cautelare.

Nel testo del messaggio ci sarà anche il numero della disposizione da esibire, insieme all’sms stesso e al modulo di autocertificazione, per sottoporsi al tampone di verifica, da fare nelle strutture pubbliche o private, dal proprio medico di famiglia o pediatra, oppure in farmacia.

Coronavirus, Piemonte: nuove regole per la quarantena

L’esito del tampone eseguito verrà caricato sulla piattaforma entro 24 ore, il paziente riceverà quindi una notifica di fine quarantena in caso di esito negativo, assieme al green pass. Questo procedimento punta a semplificare le procedure per quarantene e isolamenti domiciliari, alleggerendo anche la mole di lavoro per i medici di famiglia.

Coronavirus, Piemonte: nuove regole per la quarantena ma soccorsi in difficoltà

Sono 23 le persone morte per Covid in Piemonte, secondo i dati trasmessi il 16 gennaio 2022, mentre rimane alto il numero di asintomatici con l’80,8%. La pressione sugli ospedali continua imperterrita, con +78 i ricoveri nei reparti ordinari (2.016) e lieve calo in terapia intensiva (-3, 143). 

I pronto soccorso e il 118 sono saturi, a conferma di questo andamento un anziano di 90 anni positivo al Covid è dovuto rimanere due ore e mezza in ossigenoterapia in ambulanza nell’attesa di un posto libero all’ospedale Humanitas-Gradenigo di Torino.

Contents.media
Ultima ora