×

Coronavirus, strette in Sicilia e Sardegna: tampone per chi arriva da Malta, Portogallo e Spagna

Con il diffondersi della variante Delta, Sicilia e Sardegna corrono ai ripari: chi arriva da Malta, Portogallo e Spagna sarà sottoposto al tampone.

Nuove Strette Sicilia Sardegna

Con il diffondersi della variante Delta in Europa e non solo, le prime regioni italiane corrono ai ripari. Al fine di mitigare per quanto possibile l’avanzare dei contagi, in Sardegna e Sicilia potrebbe tornare presto l’obbligo di sottoporsi al tampone per chi arriva da Malta, Spagna e Portogallo.

In particolare tale provvedimento è stato stato già firmato dal Presidente della Regione Sicilia Nello Musumeci, mentre anche da parte della Sardegna l’intenzione è quella intensificare i controlli, come tra l’altro annunciato dalla vice-presidente Alessandra Zedda in un precedente intervento al quotidiano “La Repubblica”.

Nuove Strette Sicilia Sardegna, “Faremo controlli più intensi”

“La variante Delta è presente in tutte le regioni con alti flussi turistici e sta determinando la risalita dei contagi.

Ora faremo controlli più intensi, spero già da questo fine settimana”, a dichiararlo il Presidente della Regione Sardegna Solinas che ha fatto sapere che a breve dovrebbe apprestarsi a ripristinare l’obbligo di tampone per chi arriva dall’estero e in particolare per chi proviene da tutte quelle zone a rischio come Spagna, Malta e Portogallo che secondo l’ultima mappa elaborata da ecdc si stanno tingendo di rosso.

Nuove Strette Sicilia Sardegna, Zedda:”Importante dare un’azione corale nazionale”

In un’intervista rilasciata dalla vice-presidente della Regione Sardegna Alessandra Zedda davanti alle telecamere del Tg4 ha messo in evidenza quanto sia importante proseguire con la linea della prevenzione aggiungendo che: “Serve una stretta, pur senza ricorrere a estremismi perché la nostra è una Regione che punta sul turismo ma la prevenzione deve continuare, quindi anche il nostro presidente sta pensando ad un provvedimento per intensificare i controlli e ripartire con i tamponi anti Covid negli scali”.

Nuove Strette Sicilia Sardegna, Musumeci: “Il modello francese non mi convince del tutto”

Il Presidente della Regione Sicilia Nello Musumeci commentando invece la possibilità di dover utilizzare obbligatoriamente il Green Pass nei luoghi pubblici ha parlato di come il modello francese non lo convinca del tutto: “La libertà dei cittadini trova la massima espressione nel rispetto dei diritti di tutti. Il modello francese non mi convince del tutto, perché sono contrario a prevedere misure che non possono essere assicurate da adeguati controlli. Dire oggi che per entrare in un pub ci vuole il green pass, a prescindere da ogni valutazione di merito, mi fa dire: chi controlla? Se il green-pass non lo controllano neppure nei viaggi internazionali!”.

Contents.media
Ultima ora