> > Corsa delle lumache a Pizzighettone e protesta animalista: "Una gara vergognosa"

Corsa delle lumache a Pizzighettone e protesta animalista: "Una gara vergognosa"

La corsa delle chiocciole a Pizzighettone solleva polemiche

Corsa delle lumache a Pizzighettone e protesta animalista, gli organizzatori: "Non verranno neppure toccate durante il loro tragitto di un metro"

La corsa delle lumache a Pizzighettone, in provincia di Cremona ed in cantiere per domenica prossima scatena una protesta animalista: “Una gara vergognosa”.

Secondo il Giorno l’evento vedrà in lizza 270 chiocciole ma un’associazione si oppone: “Giù le mani da quegli animali”. A dire il vero lo slognan che è comparso su molti striscioni è stato “Giù le mani dalle lumache”. Quei simboli di protesta sono comparsi sullo “slargo davanti al palazzo comunale e la stazione, tutti di identico tenore, che gli animalisti hanno contestato la Corsa delle lumache in programma domenica a Pizzighettone”. 

Corsa delle lumache a Pizzighettone, la protesta 

Qualche notte fa c’era stato anche un blitz, poi, al mattino, la rivendicazione dell’associazione Centopercentoanimalisti – Nzt. “Quella gara è una vergogna, va fermata”. Dal canto suo l’ente organizzatore, Pizzighettone Fiere dell’Adda,  ha sottolineato e ribadito che “le lumache non verranno neppure toccate durante il loro tragitto di un metro”. In più, che “non ci sarà  nessun maltrattamento e a fine corsa tutte saranno liberate in parchi e giardini”. 

“Sono animali fragili e vulnerabili”

Ma gli animalisti non demordono, neanche sui social: “Evidentemente c’è chi non sa più cosa fare per passare il tempo e attirare l’attenzione. Le lumache sono animali tra i più fragili, vulnerabili, e non possiamo nemmeno immaginarle con appiccicato il numero. Quale sarà il terrore che proveranno queste povere creature? Ci sono animalisti che le tolgono dalla strada perché non vengano schiacciate e ci sono questi autentici trogloditi che le usano e maltrattano, una vergogna che non può passare inosservata”.