×

Cosa c’entra la Russia con l’aumento delle bollette?

Cosa c’entra la Russia con l’aumento delle bollette? La situazione geopolitica che ha portato a crisi energetica e sofferenza economica degli italiani

Vladimir Putin

In molti potrebbero chiedersi, ma cosa c’entra la Russia con l’aumento delle bollette del gas in Italia e con la crisi energetica che il nostro paese sta vivendo specie a livello di nuclei familiari? Il rincaro spaventoso degli ultimi mesi è legato a filo doppio alla politica di Mosca, ed è nel nome di questo legame che il primo febbraio Mario Draghi ha telefonato a Vladimir Putin nel chiedergli innanzitutto conto una soluzione pacifica della crisi ucraina.

La Russia e l’aumento delle bollette del gas: il legame e la telefonata di Draghi a Putin

Perché la crisi aperta da quando le truppe di Mosca si sono ammassate al confine con la nazione che ha Kiev capitale è crisi anche a sfondo energetico che tanto sfondo non è. Draghi ha ottenuto da Putin, secondo la Tass, una promessa: quella di “continuare a sostenere stabili forniture di gas all’Italia”.

Perché il problema sta proprio qui: l’Italia dipende quasi interamente per le sue forniture del gas dal colosso russo Gazprom.

L’Italia nelle mani di Gazprom, cioè nella mani di Mosca, quindi nelle mani di Putin

E Gazprom non è solo il nostro primo fornitore, ma il primo di quasi tutte l’Unione Europea, in particolare della Germania. Purtroppo e malgrado le rassicurazioni di Putin Gazprom non sta affatto effettuando invii continui e stabili verso il nostro paese.

Chi lo dice? L’azienda stessa sulle tabelle dei volumi e l’analisi dei flussi in entrata in Italia dalla frontiera Tarvisio-Arnoldstein.

I volumi in ingresso nel nostro paese non sono più costanti da mesi ormai

Entra poco gas e a singhiozzo. La Russia insomma ha tagliato le forniture all’Italia e ad altri paesi, eccetto la Germania. Perché Berlino è un’eccezione? Perché per ora è il terminale dell’immenso gasdotto Nord Stream 1, che guarda caso attraversa anche l’Ucraina.

Con Gazprom che riduce i flussi si è determinata la clamorosa carenza di gas e la consequenziale impennata dei prezzi dell’energia che sta martoriando l’industria e le famiglie italiane.

Contents.media
Ultima ora