Cosa fare in caso di congestione al mare - Notizie.it
Cosa fare in caso di congestione al mare
Guide

Cosa fare in caso di congestione al mare

La congestione è un processo nel quale si presenta un blocco intestinale in seguito alla dismissione delle funzioni digestive.
Dopo aver mangiato, il cibo ingerito si deposita all’interno dello stomaco dove vi resta per un certo tempo sottoposto all’azione dei succhi gastrici che permettono la digestione dei cibi assunti. Quando è in atto la fase digestiva, inizia un processo molto complesso che vede l’impiego di una certa quantità di sangue che ha il compito di irrorare al massimo lo stomaco per permettere la digestione. Prima di dedicarsi ad attività che richiedono sforzi fisici intensi o prima di fare il bagno è molto importante, a seconda degli alimenti che si ingeriscono durante un pranzo, aspettare il tempo necessario per permettere la digestione completa dei cibi ingeriti. Se non si aspettano i tempi necessari e si sottopone l’organismo ad un forte cambiamento di temperatura a causa dell’immersione in acqua fredda, il rischio è che all’interno del corpo avvengono degli squilibri nella circolazione del sangue nelle varie parti dell’organismo, che portano ad una carenza di sangue al cervello e al blocco dei processi digestivi.

Ecco cosa fare in caso di congestione al mare:

Istruzioni:

1 Tenere la persona in un ambiente ventilato, riscaldato con indumenti e coperte, messo in posizione distesa per favorire la circolazione.

2 Tranquillizzare la persona in quanto spesso la sintomatologia comporta un notevole stato di agitazione.

3 Non provocare il vomito in presenza di nausea.

4 Non esporre la persona a temperature elevate.

5 Non somministrare cibo o bevande.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*