Cosa fare per l’intestino pigro in vacanza - Notizie.it
Cosa fare per l’intestino pigro in vacanza
Guide

Cosa fare per l’intestino pigro in vacanza

Capita a molti, nei primi giorni di vacanza, di avere qualche disturbo all’intestino. E’ possibile rimettere l’intestino in moto in pochi giorni, seguendo qualche semplicissimo consiglio.

1) Appena svegli, bevete un bicchiere di acqua tiepida o una bevanda (caffè, tè) calda: metterete in moto un meccanismo che dà una sferzata ai movimenti del vostro intestino impigrito;

2) Per i primi 3-4 giorni di vacanza, fate una prima colazione a prova di stipsi: uno yogurt con un cucchiaio di semi di zucca sbucciati (contengono un olio che elimina eventuali tensioni dello sfintere anale, più facili se siete tesi per colpa dei frenetici preparativi per la partenza;

3) Aggiungete una macedonia di frutta (contiene zuccheri che richiamano acqua nell’intestino e ne facilitano le funzioni), con due cucchiai di cereali intergali, che sono ricchi di fibre;

4) Seguite, se vi è possibile, la stessa alimentazione di casa, senza farvi tentare da cibi fritti o troppo elaborati.

Terminate il pasto con un grappolo di uva o un paio di fichi: sono un concentrato di zuccheri lassativi;

5) Cominciare il pranzo con un piatto di carote, cocomero, sedano, zucchine e pomodoro crudi come antipasto. Contengono lignina, cellulosa e pectina, fibre insolubili che aiutano subito;

6) Ricorrete ad un lassativo, ma solo se dopo quattro giorni l’intestino non dà segni di attività. Orientatevi, però, verso prodotti sicuri, che non creino dipendenza o disidratazione. Quello ideale, se la stipsi è ostinata, è un osmotico. Seguite le istruzioni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*