×

Cosa sta succedendo nel mondo arabo: la Siria vive ore cruciali

Non si placa la rabbia del popolo siriano che continua a chiedere la testa del Presidente Al Assad. La protesta che dilaga in tutto il Paese sta assumendo le forme di una vera e propria guerra civile, non passa ora che le principali piazze delle città siriane non siano attraversate da migliaia di manifestanti che non danno segno di smobilitare.

Oggi mentre scrivo, la capitale Damasco è messa a ferro e fuoco dalla rivolta, con le principali vie della metropoli occupate dai manifestanti. I palazzi del potere sono assediati dalla folla urlante che inneggia alla libertà e pretende il cambiamento. Le forze di sicurezza (sicurezza per chi?) stanno cercando in tutti i modi di disperdere la folla con qualsiasi mezzo. Cartucce di gas lacrimogeni sono state sparate, nei pressi di piazza degli Abbasidi, (la principale piazza della capitale)dalle forze di sicurezza nel tentativo di disperdere migliaia di manifestanti che tentano di stabilire un sit-in permanente nella piazza. Lo riferiscono testimoni oculari citati dai siti di monitoraggio Rassd e NowSyria che trasmettono anche su Twitter. La tv di Stato ha confermato la presenza di manifestanti e il tentativo delle forze di sicurezza di disperdere il raduno.

Tutti abbiamo ancora negli occhi le immagini di Piazza Tahrir nella capitale egiziana, palcoscenico della vittoriosa protesta che ha provocato la rovinosa caduta di Mubarak, quella esperienza ha segnato le menti e i cuori di milioni di persone, così divenendo un modello di conduzione delle proteste che ancora infiammano l’intera area medio-orientale. I siriani vogliono riproporre lo stesso metodo, vogliono occupare permanentemente la principale piazza della capitale e aspettare la caduta dell’odiato tiranno. In queste ore si combatte per raggiungere questo risultato, questo il motivo della violenta reazione dell’apparato di sicurezza interno finalizzata appunto ad evitare l’occupazione permanente del cuore della capitale. Damasco sta vivendo delle ore cruciali per il futuro della rivoluzione


Contatti:

Scrivi un commento

300

Contatti:
Caricamento...

Leggi anche