Che cos'è reato per appalti truccati
Che cos’è reato per appalti truccati
Economia

Che cos’è reato per appalti truccati

appalti truccati

Quando il risultato di una gara d'appalto è influenzato da fattori esterni, si parla di appalti truccati. Ecco di cosa si tratta.

Si sente spesso parlare dei più svariati tipi di reati. Non sempre, però, abbiamo la percezione della gravità o della natura del fatto, tanto più se i reati contestati sono molto specifici. Tra quelli che emergono con più frequenza c’è il reato legato agli appalti truccati. Cosa significa, e cosa si rischia con una denuncia di questo tipo? Proviamo a entrare nel merito della questione.

I reati di natura penale

Innanzitutto, quando si parla di reato per appalti truccati ci si riferisce a un illecito di carattere penale. Cosa significa? Semplicemente, quando un fatto costituisce reato penale, la Legge decide di condannare il colpevole a scontare una pena (definita come sanzione penale). Chi, dunque, verrà condannato con l’accusa di aver interferito con una gara d’appalto, dovrà rispondere non con pena amministrativa, ma penale.

Cos’è un appalto

Riguardo agli appalti, il Codice Civile, all’Art. 1655, fornisce la nozione di appalto pubblico, definendolo come un contratto con il quale una parte assume, con organizzazione dei mezzi necessari e con gestione a proprio rischio, il compimento di un’opera o di un servizio, in cambio di un corrispettivo in denaro.

L’appalto pubblico è un contratto a titolo oneroso, stabilito solitamente tra un imprenditore e una amministrazione o ente appaltante. Ha come oggetto l’esecuzione di lavori pubblici o la progettazione ed esecuzione di lavori pubblici, in casi predeterminati.

Il reato per appalti truccati

Negli ultimi anni si sente sempre più spesso parlare di appalti truccati. Di bandi di appalto, cioè, già programmati e di cui è già noto alle commissioni il vincitore della gara. L’andamento della gara d’appalto, quindi, viene alterato a seguito di favori o mazzette. L’appalto truccato può verificarsi non solo nel settore pubblico, ma anche nel settore privato. Il reato per gli appalti truccati, come dicevamo, ricade tra quelli categorizzati come illeciti penali. Pertanto, giuridicamente, viene trattato esclusivamente da quella branca della giurisprudenza. Le continue indagini giudiziarie, i processi, gli arresti dei prestanome e le confische delle proprietà dei rei sono mirate a mettere in rilievo la consistenza economica o l’espansione del reato su tutto il territorio italiano.

In cosa consistono le indagini

Le indagini che, solitamente, seguono un’accusa di turbativa d’asta, sono tese a chiarire l’esistenza di un sistema illecito di gestione della gare.

Si cerca di chiarire, cioè, come sia avvenuto l’illecito, quali parti siano state coinvolte nel reato e quali siano le ricompense spettanti alle parti cui era riservato il giudizio finale. Le inchieste devono, cioè, portare alla luce illeciti reali che chiariscano se la turbativa ha, effettivamente, inquinato l’esito finale della gara d’appalto. Negli ultimi anni, in Italia, gli scandali legati a gare d’appalto truccate sono innumerevoli. Il settore dell’edilizia e dei servizi è spesso vittima delle interferenze mafiose e criminali.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche