×

Covid-19, la previsione di Bassetti sulle mascherine: “Tenerle fino al 2022, le toglieremo in primavera”

Bassetti ha rilasciato un’intervista parlando ad ampio raggio del Covid-19 e del possibile addio alle mascherine: le parole dell’esperto.

Covid-19 Bassetti

Matteo Bassetti, direttore di Malattie infettive presso l’ospedale San Martino di Genova, ha parlato del Covid-19 e delle mascherine. Nel corso di un’intervista rilasciata all’Adnkronos Salute l’esperto ha tracciato un bilancio sulle prossime misure da adottare.

Covid-19 e la previsione di Bassetti sulle mascherine

Bassetti crede fortemente che durante la prossima primavera si potrà dire addio alle mascherine. “Dopo un altro giro di virus – spiega l’infettivologo – ai vaccinati sarà stimolato ancora un po’ il sistema immunitario. Svilupperanno sicuramente gli anticorpi e dal prossimo autunno o inverno avremo una popolazione che nel 90% dei casi finirà per avere gli anticorpi naturali e anche quelli indotti dalla vaccinazione“.

Con una vaccinazione di 9 italiani su 10, con tanto di anticorpi, è normale che il Covid-19 avrà un depotenziamento e potrebbe ridursi a un virus standard. “Abbiamo fatto un ottimo lavoro sui vaccini, bisogna riconoscerlo. Con i numeri attuali, tra 20 giorni avremo più di due italiani su tre che sono completamente coperti. Siamo molto più avanti rispetto alla Germania, alla Francia a tutti i nostri competitor europei e siamo anche più avanti degli Stati Uniti” ha continuato Bassetti.

Covid-19 e l’idea di Bassetti sulle vaccinazioni

Bassetti elogia l’operato del generale Figliuolo e di tutto il comparto che si sta occupando della campagna vaccinale in Italia. Secondo Bassetti è stato recuperato un gap in soli cinque mesi con la Germania. L’esperto dichiara che ad ottobre 2021, sperando nell’80% della popolazione immunizzata, potremmo parlare di una completa sicurezza. “Bene vuol dire – conclude l’infettivologo – che avremo comunque dei ricoveri e, purtroppo, qualcuno morirà, però sarà un rischio ridotto al minimo grazie alle vaccinazioni“.

Covid-19 e Bassetti con il green pass obbligatorio

Nel frattempo è stato introdotto il green pass obbligatorio a partire da venerdì 6 agosto 2021. In caso contrario per accedere in alcuni posti servirà in alternativa la certificazione di avvenuta guarigione o un certificato che attesti di aver fatto la prima dose da almeno 15 giorni. L’ingresso potrà essere accettato anche con un tampone negativo: sono diverse le attività inserite nel provvedimento. La stessa decisione è stata presa anche per gli studenti universitari e il personale scolastico. Si tratta di una misura che vuole evitare l’aumento dei contagi, nonché incentivare alla vaccinazione.

Contents.media
Ultima ora