×

Covid, a Monastir tornano il coprifuoco e l’obbligo della mascherina all’aperto

Luisa Murru, sindaco di Monastir, ha imposto nuovamente delle restrizioni ai cittadini per fermare la diffusione del Covid-19.

Covid a Monastir

Il sindaco di Monastir, un comune di poco meno di 5.000 abitanti nella provincia di Cagliari, Luisa Murru ha nuovamente imposto alcune restrizioni ai suoi concittadini per fermare l’avanzata del Covid-19. I contagi da Coronavirus stanno infatti salendo nell’area e in Sardegna in generale, soprattutto nella parte meridionale dell’isola.

Covid, tornano le restrizioni a Monastir: coprifuoco dalle 24 alle 5 e mascherina all’aperto

Il coprifuoco a Monastir sarà in vigore dalle 24 alle 5. In quella fascia oraria non sarà possibile lasciare la propria abitazione se non per comprovati motivi di lavoro, salute oppure necessità.

Ritorna anche l’obbligo di insossare la mascherina all’aperto. L’unica deroga sarà fatta a chi sta praticando sport.

Covid, tornano le restrizioni a Monastir: vietato “qualsivoglia evento che implichi assembramenti sia in spazi chiusi sia all’aperto”

I servizi di ristorazione potranno rimanere aperti fino alle 23.45, ma nei tavoli potranno sedere al massimo quattro persone. Nei bar sarà sospeso il servizio al bancone, mentre si potrà consumare al tavolo. Dalle 24 alle 5 rimane comunque consentito l’asporto.

Le nuove regole vietano “qualsivoglia evento che implichi assembramenti sia in spazi chiusi sia all’aperto” e impongono il “divieto allo svolgimento di ogni forma di intrattenimento, all’interno e nelle aree esterne, di bar, pub, locali di pubblico spettacolo e simili”, così come la “chiusura al pubblico degli Uffici Comunali, con l’attività amministrativa solo su prenotazione telefonica ai numeri preposti”

Saranno quindi cancellati tutti gli eventi culturali, musicali, ricreativi e sospesi.

Dalle 21 alle 5 verranno chiusi parchi e piazze. Vietato anche fare feste private.

Covid, tornano le restrizioni a Monastir: in Sardegna 246 nuovi casi

Intanto in Sardegna giovedì 22 luglio sono stati registrati 246 nuovi positivi al Coronavirus. I tamponi effettuati sono stati 3.774. Il tasso di positività si è attestato quindi al 6,5%. Segnalati anche una vittima e tredici ricoveri in più rispetto al giorno precedente. 132 i casi della provincia di Cagliari.

Il numero di persone in isolamento domicialiare sull’isola è raddoppiato in una settimana: giovedì 15 luglio erano 1.219, sette giorni dopo 2.441.

Leggi anche: Draghi, la conferenza stampa: “Il Green Pass è una condizione per restare aperti”

Leggi anche: Nuova mappa Ue delle zone a rischio Covid: Sicilia, Sardegna, Veneto e Lazio tornano arancioni

Contents.media
Ultima ora