×

Covid, Aifa: “I vaccini aggiornati potrebbero essere approvati a settembre”

L'Aifa rassicura: ""I vaccini Covid aggiornati potrebbero essere approvati a settembre". Nel frattempo si spinge per immunizzare i soggetti fragili.

covid vaccini aifa

I vaccini aggiornati contro i nuovi ceppi di Covid potrebbero arrivare già a settembre: è quanto auspicato dall’Agenzia italiana del farmaco (Aifa).

Vaccini Covid aggiornati in arrivo a settembre

Il presidente dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), Giorgio Palù, ha rotto il silenzio riguardo allo stato di produzione dei nuovi sieri aggiornati per combattere le varianti più diffuse, soprattutto Omicron:

«Il vaccino bivalente a mRNA aggiornato sul ceppo Ba.1 potrebbe essere approvato per settembre, e andrebbe somministrato a tutti gli over 60 a prescindere dalla presenza o meno di patologie. Del resto è quello che si fa con il vaccino antinfluenzale».

Solo il 20% degli over 80 ha fatto la quarta dose

Un dato su cui ha insistito Palù è il basso tasso di adesione alla somministrazione della quarta dose da parte dei soggetti più fragili, ed in particolare gli ultra-ottantenni:

«Il problema è che gli anziani non si fanno convincere a fare il booster perché c’è l’evidenza delle reinfezioni e in più attendono i vaccini aggiornati. Ma invece sarebbe bene si proteggessero intanto con i vaccini attuali che continuano ad essere efficaci contro le forme gravi di malattia».

La situazione contagi legata alle forme di malattia grave

«[…] un recente studio pubblicato in America, e che ha interessato una quota significativa di popolazione, indica che i casi di polmonite si sono ridotti moltissimo. Con questo alto numero di contagi, aggiunge è statisticamente normale che qualche persona in più si ritrovi in ospedale con una polmonite. Magari perché non vaccinata o con ciclo vaccinale incompleto o con patologie concomitanti. Questo, però, non significa che Ba.5 sia più patogena».

Una notizia confortante quella riportata dal presidente dell’Aifa, che comunque non lascia spazio a disettenzioni o ad abbassare la guardia contro il virus.

Contents.media
Ultima ora