×

Covid, Andreoni (Tor Vergata): “Obbligo vaccinale e terza dose necessari”

Il primario del policlinico Tor Vergata, Massimo Andreoni, si è espresso a favore dell’obbligo vaccinale e della terza dose di vaccino anti-Covid.

covid
CREATOR: gd-jpeg v1.0 (using IJG JPEG v62), quality = 82

Il direttore scientifico della Società italiana di malattie infettive e primario al policlinico Tor Vergata di Roma, MassimoAndreoni, ha commentato le dichiarazioni rilasciate dal presidente del Consiglio Mario Draghi in conferenza stampa. Il medico del policlinico Tor Vergata, infatti, si è espresso circa la possibilità di procedere con l’introduzione dell’obbligo vaccinale e con la somministrazione della terza dose di vaccino per contrastare la diffusione del coronavirus e proteggere la popolazione italiana.

Covid, Andreoni (Tor Vergata): la conferenza stampa del premier Draghi

Nella giornata di giovedì 2 settembre, nel corso di una conferenza stampa organizzata presso la Sala Polifunzionale di Palazzo Chigi, il premier Mario Draghi ha discusso di svariati discorsi tra i quali la scuola, i trasporti e, soprattutto, l’obbligo vaccinale e la terza dose di vaccino anti-Covid.

Affrontando il discorso relativo all’andamento della pandemia e alla necessità di avere la più elevata copertura vaccinalepossibile nel Paese, il Presidente del Consiglio ha confermato che, quasi certamente, “si arriverà all’obbligo vaccinale e alla terza dose”.

Poco dopo la diffusione di una simile constatazione, quindi, il mondo scientifico ha deciso di manifestare la propria opinione e commentare le parole dell’ex governatore della Bce.

In questo contesto, si inseriscono le affermazioni pronunciate dal direttore scientifico della Società italiana di malattie infettive e tropicali e primario al policlinico Tor Vergata di Roma, Massimo Andreoni.

Covid, Andreoni (Tor Vergata): l’obbligo vaccinale

In occasione di un’intervista rilasciata ad Adnkronos Salute, l’infettivologo Massimo Andreoni ha ripreso le parole pronunciate da Mario Draghi in conferenza stampa, mostrando un atteggiamento estremamente favorevole rispetto al prospettarsi dell’introduzione dell’obbligo vaccinale.

A questo proposito, infatti, Andreoni ha spiegato: “È una logica conclusione relativamente ad una serie di considerazioni che si possono fare oggi: l’epidemia sta continuando; la campagna vaccinale negli ultimi giorni ha subito un forterallentamento, e anche l’Oms ci ha richiamato come Ue. Quindi il Governo, giustamente, è arrivato alla conclusione che per dare impulso alle vaccinazioni si deve ricorrere all’obbligo“.

Covid, Andreoni (Tor Vergata): la somministrazione della terza dose

Per quanto riguarda, invece, l’inoculazione della terza dose di vaccino anti-Covid, l’infettivologo del policlinico di Tor Vergata apprezza in modo considerevole l’ipotesi che la somministrazione del secondo richiamo cominci già a partire dalla fine di settembre, coinvolgendo i soggetti più fragili. L’ipotesi, paventata dal ministro della Salute Roberto Speranza in conferenza stampa, è stata accolta da Andreoni nel seguente modo: “C’è la necessità di avviare rapidamente la terza dose. Anche questa è una soluzione valida, anche in relazione ai dati che emergono dai Paesi che sono già partiti”.

Contents.media
Ultima ora